Weah: “Tifo Juve e non l’ho mai nascosto, neppure quando ero al Milan”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Estate di figli d’arte: oltre al figlio di Thuram anche il Timothy Weah giocherà in Serie A, alla Juventus. Il padre, ex Milan, ha commentato il trasferimento del figlio

Timothy Weah è un nuovo calciatore della Juventus. Il classe 2000 arriva in bianconero per sostituire Juan Cuadrado, andato in scadenza di contratto. Si tratta del secondo grande figlio d’arte che segue le orme del padre arrivando in Italia, ma in entrambi i casi il club è un “rivale” rispetto a quello in cui i genitori si erano distinti. Il primo è stato Marcus Thuram. Il figlio di Lilian sembrava essere ad un passo dal Milan, ma all’ultimo momento si è inserita l’Inter che ha chiuso la trattativa e ha portato l’attaccante in nerazzurro. In ambedue i casi, però, si sarebbe trattato di un cambio radicale rispetto al padre, che ha indossato in 144 presenze la maglia bianconera della Juventus. Juventus che ha messo le mani su Timothy Weah, il figlio dello storico attaccante del Milan e vincitore del pallone d’oro George. Ma l’ex rossonero come ha preso la scelta del figlio di sposare il progetto bianconero? Il presidente della Liberia lo ha raccontato in un’intervista rilasciata a Sportweek.

Milan, Weah: “Ho sempre tifato per la Juventus”

Non ho mai nascosto il mio amore per la Juve, neppure quando giocavo nel Milan, che pure consideravo un’altra famiglia. La mia seconda famiglia calcistica dopo il Monaco. Ma mi sono innamorato della Juve di Platini e non posso farci niente”

Si apre così l’intervista di George Weah, storico centravanti del Milan e vincitore del pallone d’oro nel 1995. Proprio per questo amore verso i colori bianconeri, l’attuale presidente della Liberia non poteva che prendere con entusiasmo il trasferimento alla Juventus del figlio Timothy.

Speravo tanto che Timothy venisse alla Juve. Sapevo che stava parlando con alcuni club europei e il fatto che abbia trovato l’accordo con la Juve mi ha reso veramente felice. Anche perchè il nostrolegame con l’Italia è profondo, io e il mio figlio maggiore George parliamo spesso fra di noi in italiano. Timo è nato a New York, ma ha respirato questa aria”

Weah: “Spaventato per Timothy? Per nulla. So che si farà valere”

Calciatore, politico, ma prima di tutto padre. Proprio per questo George Weah non ha alcun dubbio sul fatto che suo figlio possa brillare in questa nuova realtà.

“Spaventato? Per nulla. Mio figlio ha già dimostrato il suo valore anche nella nazionale americana. E’ un giocatore diverso da me, nessun giocatore è uguale a un altro. Ma sa comportarsi, è giovane e so che si farà valere

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

weah milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate