Galliani: “Con il Milan sarà difficile andare nello spogliatoio giusto”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Sabato alle ore 18 il Milan scenderà in campo a San Siro contro il Monza. Prima volta per questo derby lombardo in Serie A. Sarà una partita che porterà con sé diversi retroscena. La dirigenza del Monza, infatti, con Berlusconi e Galliani, è la stessa dirigenza che negli ultimi anni ha fatto le fortune del Milan. Un Galliani visibilmente emozionato, dopo aver parlato ai microfoni di DAZN, ha commentato di nuovo la sfida che attende la sua squadra ai microfoni di Mediaset.

SU PALLADINO: “Ha fatto bene nelle giovanili, poi con la Primavera e col presidente abbiamo pensato che potesse farcela anche in prima squadra. Nove punti in quattro partite, ma non diciamo niente. Abbiamo cambiato anche modulo di gioco, ma ricordo sempre con affetto anche Giovanni Stroppa, che ci ha portati in Serie A. Ma i risultati non arrivavano, il gioco era quella che era e abbiamo pensato che Raffaele potesse fare bene”.

SULLE AMBIZIONI DI CLASSIFICA: “L’importante è non arrivare negli ultimi tre. È il primo anno in assoluto in Serie A. Qualche anno fa c’era stato un Milan-Monza a San Siro, ma in Serie B, noi in Serie A non abbiamo mai giocato. Per me è un sogno, è la mia vita che scorrerà sabato sera alle 18”.

SULLA PARTITA DI SABATO: “Sabato sbaglierò posto? Ne parlavo ieri con Maldini, sarà dura andare nello spogliatoio giusto. Ora sto facendo yoga mentale perché avrò per 90′ le telecamere addosso. Sto lavorando da qualche giorno per essere refrattario ad ogni emozione, o almeno tenterò. Mi lascerò andare a cominciare dalla partita successiva, in Milan-Monza non posso farlo. Spero di farcela a stare fermo e immobile qualunque cosa succeda in campo, ad ogni fischio arbitrale non muoverò nulla”.

 

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate