Galliani: “Affrontare il Milan sarà motivo di orgoglio! Ibra? Se il Milan dà l’ok…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Adriano Galliani è stato intervistato dal Corriere della Sera: il tema ovviamente il Monza in Serie A le future sfide con il Milan.

Affrontare il Milan che sentimenti le suscita?
“Felicità, orgoglio anche per la città e per la provincia di Monza e Brianza. Non tutti si rendono conto che nel 2017 da queste parti si festeggiava lo spareggio con il Seregno per andare dalla Serie D in Lega Pro. Altro che Champions, questa è una vera impresa”.

Come è riuscito a rendere Silvio Berlusconi tifoso del Monza?
“Guardi che prima dell’acquisizione nel settembre del 2018 gli avevano offerto di comprare mille club. Ha scelto il Monza, che peraltro è a sette minuti da casa sua”.

Dopo aver vinto trofei di ogni genere, che significato ha portare il Monza nell’elite del calcio italiano?
“Dal punto di vista sentimentale è un’impresa senza confronti. Guardi che ho ben chiara la differenza che corre fra sollevare una Champions o essere promossi ma quando nell’89 conquistammo a Barcellona la “nostra” prima Coppa dei Campioni, per il Milan era comunque la terza della sua storia. Il Monza invece non era mai riuscito a tagliare questo traguardo: domenica notte ho realizzato che forse sono l’unico dirigente in circolazione ad aver ottenuto successi in ogni campionato, salendo tutti i gradini. Lega Pro, serie B, A, Europa con le Champions e nel mondo con l’Intercontinentale”.

Stroppa è confermato?
“Certo e lo sarebbe stato anche se fossimo rimasti in B. Quando l’ho portato ad Arcore dal presidente lo scorso anno, Berlusconi mi chiese: perché lui? Perché fa giocare bene le squadre, ho risposto”.

Alla Gazzetta dello Sport, poi, ha parlato di un possibile colpo Zlatan Ibrahimovic: “Ibra deve guarire al ginocchio, poi si vedrà. Noi comunque, avendo il Milan nel cuore, mai faremmo un tentativo con Ibra senza avere il loro ok”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate