ESCLUSIVA, Galli: “Theo, l’avevo detto anch’io! Maldini, ho parlato da milanista”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Da Milan-Frosinone alle parole di Maldini: Filippo Galli ci racconta anche il “nuovo” ruolo di Theo Hernandez

Intervenuto ai nostri microfoni nel corso di Lunch Press (in onda dal lunedì al venerdì alle ore 13), Filippo Galli ci ha lasciato un suo commento sull’ultimo match del Milan. In particolare, da un grande ex difensore arriva l’opinione della mossa a sorpresa di Pioli di schierare Theo Hernandez difensore centrale contro il Frosinone. Di seguito, i tanti argomenti toccati sul canale Youtube di Radio Rossonera.

MILAN-FROSINONE, PIOLI: “HA SCELTO THEO! CARDINALE, FURLANI E JOVIC”

Theo e il momento

Che voto daresti a Theo per la sua prima da “DC“?

“Un buon voto, sicuramente. Anche perché gli avanti del Frosinone non erano male. Si è sempre dimostrata una squadra buona dal punto di vista offensivo, con buone individualità. Se l’è cavata bene, ricordo che anch’io in qualche chat con gli amici l’avevo suggerito. Solo che io avevo messo Calabria a sinistra e Florenzi a destra. Però direi bene, in ogni caso era importante prendere i 3 punti. A me piace sempre farli con un certo tipo di gioco e dominando la gara, ma l’altra sera era fondamentale vincere considerato il momento che si sta vivendo. Dà alla squadra una settimana tranquilla in cui lavorare”.

La critica che gli viene spesso mossa è che difende male…

“Le sue caratteristiche non sono propriamente difensive, però difende male perché portato nel suo ruolo gli viene richiesta una grande spinta sulla sinistra. Non dimentichiamo l’intesa con Leao e quanto siamo straripanti da quella parte. Anche se lui si accentra spesso per andare dentro a far male. Magari è meno concentrato, ma l’altra sera gli è stato richiesto uno sforzo in più dal punto di vista dell’attenzione difensiva e lui ce l’ha messo. Se gli chiedessimo qualche sgroppata in meno forse sarebbe più attento, non lo sappiamo. Si sono interscambiati lui e Florenzi, con occupazione dello spazio e collaborazioni sempre più frequenti come si richiede nel calcio di oggi”.

Poi, così Galli sul momento del Milan:

“Si è preso 3 punti fondamentali per ridare serenità. Anche per la serie di infortuni, che è molto alta, più di quanto ci si debba aspettare”.

ESCLUSIVA, GALLI: “MILAN, VORREI SAPERE ANCH’IO! CAMARDA UN PECCATO PERCHÉ…”

Maldini e Jovic

Sulle dichiarazioni di Maldini, le quali aveva già commentato in altre sedi:

“Ribadisco quanto ho già detto: secondo me non era il momento migliore. Ognuno la pensa a suo modo, lui aveva dei sassolini da togliersi dalle scarpe e ha fatto quelle dichiarazioni. Poi io ho parlato da tifoso, da milanista. Semplicemente credo che la squadra e il club avessero bisogno di tranquillità in quel momento. Prima di quella partita, lo si sente anche allo stadio, questo clima di non completa fiducia. Poi la squadra è andata in vantaggio e si è sciolto quel ghiaccio iniziale. Io l’ho vista da casa e potrei dare sensazioni sbagliate, ma la mia è stata questa”.

Anche per l’ambiente…

“I giocatori leggono, ascoltano e vivono i social. È indubbio che tutto ciò che gira intorno al Milan lo recepiscono, sono esseri umani e questo può creare problemi. Però basta, è inutile continuare a parlarne (sorride, ndr)”.

Jovic ha segnato la sua prima rete: quanto fa la testa in un giocatore?

“L’ho scritto anche nel mio blog: quella palla lì non era così facile come sembrava. Un altro giocatore che non ha il suo controllo del corpo, sul piede sbagliato, magari non avrebbe neanche rischiato. Già contro il Dortmund aveva preso un palo, ci ha fatto vedere qualcosa del vero Jovic. Può fare tanto, forse è un giocatore che non dà continuità all’azione, ma ci si può contare. Si può dire che sia un giocatore in più adesso, almeno lo speriamo tutti”.

ESCLUSIVA, F. GALLI: “CAMARDA INDIMENTICABILE! TOCCA AL MILAN…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate