Furlani e il momento del Milan: “Unità di intenti, stadio 2028 e… Ibrahimovic!”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Nuovo stadio, Ibrahimovic, PSG, Champions League: a Giorgio Furlani la parola sul momento in casa Milan

Ospite d’eccezione quest’oggi sulle frequenze di Radio Serie A: di Milan e del suo nuovo stadio, di Ibrahimovic e di Champions League ha parlato l’AD del club, Giorgio Furlani.

Furlani tra Ibrahimovic e il PSG

Sono stati tre giorni stranissimi in casa Milan, dalla sconfitta rumorosa contro l’Udinese alla supervittoria di San Siro contro il PSG: l’AD del club Giorgio Furlani ha parlato del momento a Milanello e, ancora una volta, del possibile arrivo di Zlatan Ibrahimovic.

UNITA’ DI INTENTI: “Cerchiamo di non esaltarci troppo nelle vittorie e di non deprimerci nelle sconfitte, ciò che conta è il progetto nel medio-lungo periodo. C’è unità di intenti tra tutti. Vincere in Champions è piacevole e importante: spero tracci una linea. Una vittoria contro la squadra più ricca d’Europa e una delle più forti ci fa particolarmente contenti”.

IBRAHIMOVIC: “Ibrahimovic, innanzitutto, è stato un grande calciatore ed è anche una grandissima persona di spettacolo, è un leader, un personaggio a tutto tondo, non solo del mondo del calcio. Ci sono delle conversazioni con lui. Non ti rispondo tecnicamente perché non ti so dare una tempistica esatta e neanche un ruolo, ma può solo far piacere ad una persona come, nel mio ruolo e come tifoso del Milan, poter tornare a lavorare con Ibrahimovic”.

PIOLI, PREMIATA LA 200ESIMA PANCHINA MILAN! E FURLANI HA UN’ALTRA SPERANZA…

Nuovo stadio Milan 2028 e Champions League

Interpellato sulle questioni nuovo stadio e Champions League, l’AD del Milan Giorgio Furlani ha confermato ai tifosi rossoneri la prima data

STADIO: “Noi stiamo avanzando sul progetto a San Donato: il target per noi è di essere pronti a fine 2028 con un nuovo stadio. Dico questa data mordendomi la lingua, perché nel 2018, quando sono entrato nel Milan, facemmo la presentazione di un progetto alla Uefa sul nuovo San Siro da concludere entro il 2023. E ora siamo qua. Il target è fine 2028. Avere uno stadio nuovo e di proprietà permette alle squadre di portare i tifosi non solo per la partita, ma anche per una mezza giornata trascorsa con la famiglia nella casa del Milan. Avere lo stadio nuovo cambierebbe radicalmente le caratteristiche del nostro Club. Gli stadi vengono fatti in Polonia e in Turchia, è molto frustrante questa cosa”.

NUOVA CHAMPIONS LEAGUE: “Il format nuovo ci permette di giocare più partite in Europa: sono match di alto valore. Offriremmo ai nostri tifosi più partite contro top club europei. Ci sarà un impatto economico positivo, il valore della competizione crescerà così come le squadre che vi parteciperanno. Io voglio sperare che il calcio italiano, se continuerà con questo trend positivo, potrà avere una quinta squadra in Champions”.

SCARONI: “LEAO QUI GRAZIE A FURLANI! STADIO, IBRAHIMOVIC E DIRITTI TV”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate