Milan, Furlani sullo stadio: “San Siro non soddisfa più gli standard necessari”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

L’amministratore delegato del Milan Giorgio Furlani ha ribadito la volontà di lasciare San Siro per trasferirsi a San Donato

La volontà del Milan di proseguiro con il progetto del nuovo stadio a San Donato milanese è forte. I vertici rossoneri ribadiscono già da molti anni come lo stadio di proprietà sia un prerogativa oramai per competere ai massimi livelli del calcio europeo e mondiale. Anche per questo, la società di via Aldo Rossi ha avviato questo progetto a San Donato. L’ad del Milan Giorgio Furlani ha ribadito la volontà del club in merito allo stadio.

“Progetto ambizioso”

Giorgio Furlani ha parlato a Investopia 2024, incontro di finanza e business in Medio Oriente. Il CEO del Milan ha ribadito la volontà di proseguire su San Donato, pur avendo ascoltato le parole del sindaco di Milano Giuseppe Sala in metità alla possibilità di ristrutturare San Siro. Le parole di Furlani: “Guardando avanti, il percorso futuro del Milan prevede la continuazione del nostro percorso di espansione internazionale in Medio oriente e in America, insieme al progetto ambizioso del nuovo stadio a San Donato. Il nostro attuale stadio, con la sua età e le sue limitazioni, non soddisfa più gli standard necessari per offrire un’esperienza ottimale ai nostri tifosi.

Photocredits: IMAGO / NurPhoto

Ultime news

Notizie correlate