Frosinone-Milan, Pioli: “Conte? Annoiato! Kessié, Calhanoglu e le loro scelte”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Stefano Pioli interviene in conferenza stampa prima di Frosinone-Milan: le sue dichiarazioni alla vigilia

Stefano Pioli ha presentato questo pomeriggio il match in trasferta contro il Frosinone, parlando del calciomercato del Milan e di qualche critica ricevuta. Inoltre, non poteva mancare la domanda sul suo futuro e sull’ombra di Antonio Conte. Di seguito, le sue dichiarazioni riportate da Milannews.it.

Sabato scorso si era detto preoccupato del contrattempo emotivo dopo il 2-2 col Bologna: lo è ancora dopo questa settimana?

“La cena insieme era stata già programmata, sono tanti bei momenti. Per gli incontri che ho avuto e gli allenamenti fatti sono convinto che la squadra sia consapevole del momento e che la stagione sia ancora lunga”.

Sulla questione guardie-ladri: in questo caso l’occasione fa uomo ladro, con Inter-Juventus?

“Domani c’è Frosinone-Milan e noi dobbiamo pensare solo a questa partita. Loro giocano bene, servirà una prestazione di qualità per tornare a vincere”.

Bennacer tornerà tra i convocati?

“Tutti conosciamo le sue qualità, può darci tanto. Ha avuto un leggero infortunio in Coppa d’Africa, ieri è tornato in gruppo, non può avere un grande minutaggio, ma sta bene e sarà a disposizione”.

FROSINONE-MILAN, L’ARBITRO E’ PAIRETTO (MARIANI AL VAR): COSA DICONO I PRECEDENTI?

Ti dà fastidio il fatto che si parli tanto di Conte e del futuro della panchina?

“Non mi da fastidio, magari mi annoia un po’, ma nel calcio di oggi funziona così. Quello che conta è che io e i giocatori vogliamo fare del nostro meglio fino alla fine della stagione, il resto non mi interessa”.

È stata decisa la conferma della gerarchia sui rigori?

“Io l’ho deciso, domani lo comunicherò alla squadra”.

Come mai non è arrivato il difensore e Pellegrino è andato via?

“Le opportunità che si sono create non rispondevano alle nostre e alle mie esigenze. Volevamo un giocatore già pronto Non è stata una mancanza di volontà. Marco ha bisogno di giocare e credo che con noi in questo momento avrebbe fatto fatica”.

Come rispondi a Braida e Capello?

“Non si può andare troppo indietro. Calhanoglu non gioca qui da anni ormai e abbiamo vinto comunque il campionato. Siamo in un momento positivio, anche se il pareggio ormai è una mezza sconfitta. Abbiamo segnato di più e subito meno gol finora. Questo non vuole dire che stiamo facendo tutto bene. Noi vogliamo fare meglio del girone di andata. Poi alla fine tutti faranno le proprie valutazioni”.

Il problema difensivo è di uomini o di impianto?

“Non è un problema di uomini. E’ una questione di intensità, concentrazione e attenzione. Abbiamo giocatori con caratteristiche diverse rispetto all’anno scorso. Abbiamo più possesso, abbiamo avuto più occasioni, ma nonostante questo abbiamo subito meno gol dell’anno scorso a questo punto. Noi dobbiamo provare a fare un gol in più degli altri”.

Con il rientro degli infortunati sei convinto della tua rosa?

“Credo molto nei miei giocatori e i confronti che ho avuto con loro in settimana mi convincono sempre di più che ho un gruppo forte. Poi scommettere non si può”.

Visto che ci ha dato l’identikit del difensore, ci dice anche chi è?

“Mi serviva un giocatore pronto, che conoscesse il campionato, poi per la prossima estate poi si pensa. Lenglet, Brassier? Tutte le opportunità valutate non le abbiamo ritenute all’altezza di ciò che ci serviva, quindi puntiamo su Simic. Centrocampo? Con il rientro anticipato di Bennacer, daremo fiducia a Zeroli che diventerà il sesto centrocampista al posto di Pobega”.

FROSINONE-MILAN, DOVE VEDERLA IN TV: SKY O DAZN?

Come si trovano le motivazioni per il campionato?

“È giusto avere come obiettivo il vincere tutte le partite da qua alla fine”.

Le differenze tra andata e ritorno contro il Frosinone:

Chi tra Simic e Terracciano per la lista UEFA? È convinto che questo modo di difendere dia più benefici che rischi?

“Il dubbio non è tra Simic e Terracciano, perché Simic può entrare solo in lista A. Quindi non ci sarà”.

Le danno fastidio tante critiche?

“Inter e Juve stanno facendo un percorso migliore del nostro, questo è evidente. A me dà fastidio non aver vinto domenica per un errore collettivo, non individuale. E’ giusto che ci siano alte aspettative. Sappiamo le nostre qualità e quando non riusciamo ad esprimerci al meglio dobbiamo lavorare di più”.

È vero che il Milan corre male all’indietro?

“Noi preferiamo correre in avanti, se riusciamo ad interrompere il gioco del basso dell’avversario ci sono più possibilità di impedirgli gli attacchi guadagnando anche fiducia ed entusiasmo. State parlando tanto di tattica, io più di mentalità che di strategia. Andate a rivedere il rigore preso col Bologna con tutta la squadra sotto palla, bastava comunicare e prendere meglio delle posizioni; sul cross di Orsolini eravamo 6 noi contro 3 loro: bisogna fare meglio quelle situazioni lì. Se possiamo correre in avanti lo faremo, se dovremo difendere un po’ più bassi lo faremo. Poi se vinciamo si dice che si gioca bene, se non si vince…”

Cosa manca alla squadra per essere sempre tra le prime 4-5 d’Europa?

“Quest’anno è mancata un po’ di concretezza e fortuna. In generale, per stare lì sempre, ti devi abituare”.

Cosa cambia tra Adli e Bennacer?

“Benncer è più bravo nell’uno contro uno in entrambi le fasi. Adli sta crescendo tanto. Possono giocare insieme”.

Come non subire le ripartenze del Frosinone?

“Dovremo essere bravi a ricompattarci o ad essere subito aggressivi. Nel primo gol del Bologna abbiamo sbagliato, domani dovremo fare meglio. Pericoli? È buona lettura pensare che sembra non li avvertiamo, in alcuni momenti dobbiamo avere le antenne più dritte”.

FROSINONE-MILAN, ADLI TORNA OUT? DI STEFANO: “IBRAHIMOVIC, SI CAMBIA!”

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate