Franco Ordine: “Se lo stadio non si farà nuovo a San Siro…”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Il giornalista Franco Ordine è intervenuto nel programma radiofonico Tutti Convocati su Radio 24 e durante la trasmissione ha parlato anche della questione nuovo stadio San Siro nella giornata in cui il Consiglio comunale di Milano discuterà e voterà l’ordine del giorno della maggioranza che prende spunto dalle osservazioni pervenute dal dibattito pubblico conclusosi a novembre.

 

LEGGI QUI SAN SIRO, TRA LE RICHIESTE DEGLI OPPOSITORI ANCHE L’AUMENTO DI CAPIENZA

Franco Ordine ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sulla questione San Siro: “Se lo stadio non si farà nuovo a San Siro, cosa che ormai mi pare abbastanza evidente, il Milan farà l’impianto da solo a Sesto San Giovanni”.

L’ordine del giorno presentato dalla maggioranza di centro-sinistra sulla base della relazione del coordinatore del dibattito pubblico Andrea Pillon chiede una serie di modifiche al progetto presentato da Milan e Inter: aumento della capienza da 60000 posti circa a 70 mila, il mantenimento dei prezzi calmierati, l’ulteriore spostamento dello stadio dalle abitazioni, l’aumento dell’investimento sul verde pubblico e la centralità della riqualificazione del quartiere San Siro.

La questione nuovo San Siro appare intricata anche per le possibili spaccature sul tema sia nella maggioranza che nell’opposizione in Consiglio Comunale. Non resta che attendere l’analisi della mozione da parte del Consiglio, la quale avverrà nel corso del pomeriggio. Se le richieste di modifica eventualmente riprese dalla Giunta comunale non soddisferanno i due club, come affermato anche da Franco Ordine, sono aperti anche i piani b a partire dall’area Falck di Sesto San Giovanni per il Milan.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Franco Ordine

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate