Ordine: “Chi difenderà Pioli? Maignan unico muro, speranzella Leao”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

L’editoriale di Franco Ordine a commento di Atalanta – Milan 3-2 tra chi difenderà Pioli, la mancanza di brillantezza e la speranza Leao

Franco Ordine nel suo editoriale di oggi a commento di Atalanta – Milan ha analizzato la situazione della formazione allenata da Stefano Pioli alla luce della sconfitta di Bergamo per 3-2 sancita dal tacco di Luis Muriel. Il giornalista ha scritto di chi difenderà l’allenatore emiliano adesso a parte il muro posto alla dea da uno strepitoso Mike Maignan che ha fatto delle parate incredibili su Lookman e non solo. Dalla sua parte Pioli ha l’alibi dei numerosi infortuni che hanno colpito soprattutto il reparto difensivo decimato, che ha costretto l’allenatore a riparare per la seconda volta consecutiva al Gewiss Stadium su Theo Hernandez difensore centrale. Nel suo articolo Ordine ha detto del Milan che si aggrappa ora alla speranza Leao per Newcastle, ultimo match del girone di Champions League dopo il quale sarà tirata la prima somma.

ESCLUSIVA – PELLEGATTI: “SCONFITTA DEL MILAN MORTIFICANTE, HO LE IDEE CHIARE…”

Ordine, nessuno a difesa di Pioli dopo Atalanta – Milan

Franco Ordine nel suo articolo su Il Corriere dello Sport nel day-after della sconfitta del Milan patita nel finale in casa dell’Atalanta si è posto la domanda: E adesso chi difenderà Stefano Pioli? Il giornalista ha così argomentato la riflessione: “Non il club, intendiamoci, ma materialmente lì davanti a Maignan, l’unico muro capace di rallentare la marcia travolgente dell’Atalanta nella ripresa e di arrendersi solo al tacco colombiano di Muriel? La risposta è molto malinconica e non può rappresentare una sorpresa: nessuno. Ordine ha continuato la sua risposta scrivendo del problema infortuni: “Nel senso che la necessità di dover affrontare tutte le partite, dalla notte col Borussia con un solo difensore centrale disponibile, inventando Theo Hernandez in un ruolo inedito, non può e non deve stupire”.

LEOTTA: “MILAN PERSA LA MAGIA, AVANTI CON PIOLI? LA PENSO COSÌ”

La “speranzella” Leao

Archiviato il KO del Milan con l’Atalanta Franco Ordine nel suo editoriale su Il Corriere dello Sport ha messo lo sguardo avanti sulla sfida di mercoledì sera a St James’s Park contro il Newcastle, match da non ritorno per capire il destino europeo della rosa di Pioli. La speranza per la gara con i Magpies è data dal probabile ritorno di Rafael Leao. Il portoghese è la speranzella a cui ha fatto riferimento il giornalista: ” in queste stesse condizioni di precarietà deve affrontare l’ultimo viaggio nel girone di Champions, mercoledì sera a Newcastle, nonostante il possibile recupero di Leao che può addurre solo qualche speranzella in fase d’attacco”.  Infine, Franco Ordine ha individuato una problematica nella mancanza di brillantezza sul piano fisico della squadra allenata da Pioli: “E qui la spiegazione non è che la conseguenza logica delle assenze e della impossibilità di ricorrere ai ricambi in piena salute. Quando Adli è entrato dalla panchina si è lasciato sbattere via da Miranchuk come un grissino. È evidente che giovedì, al ritorno dall’Inghilterra, il bilancio di metà dicembre sarà l’occasione per una valutazione complessiva del lavoro fin qui svolto dallo staff tecnico”.

ATALANTA-MILAN, PIOLI: “SCONFITTA PESANTE. DOBBIAMO MIGLIORARE E IN FRETTA”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

 

 

Ultime news

Notizie correlate