Milan, Pastore difende Fonseca e rilancia: “Ibrahimovic e il gioco della Sfinge”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Pastore sottolinea un paradosso di Fonseca e punta il dito contro la dirigenza del Milan: forte critica a Furlani, Moncada e Ibrahimovic

L’attenzione del mondo Milan è incentrata sulla scelta di Paulo Fonseca e sulle ragioni che hanno portato a prendere questa decisione. Giuseppe Pastore di Cronache di Spogliatoio ha provato a fare il quadro della situazione e a suo modo ha difeso Fonseca dalle critiche, puntando il dito contro Furlani, Moncada e Ibrahimovic.

Fonseca e i dubbi sulla dirigenza

Giuseppe Pastore, piuttosto che su Fonseca, si concentra su chi ha preso questa scelta e non si capacità di questo silenzio da parte della dirigenza. Ibrahimovic è nel mirino di molti in questi ultimi giorni. La sua riflessione su X:

Ora che è davvero Fonseca, non cadiamo nell’errore di dipingerlo come un inetto o un “perdente”: com’è stato già fatto notare, paradossalmente è l’allenatore più vincente della storia del Milan al momento di insediarsi sulla panchina rossonera. Il problema semmai è un altro, è che non si capiscono i motivi che hanno portato a questa scelta. Peggio: chi lo ha scelto, sembra non avere alcun interesse a spiegarlo. O peggio ancora, non avere alcuna capacità di spiegarlo. Fonseca è una scelta collegiale? O di quale dirigente in particolare?

La critica ai tre dirigenti: Furlani, Moncada e Ibrahimovic:Furlani – inadeguato nel ruolo di “frontman” della dirigenza – ripete sempre che non s’intende di cose tecniche. Moncada, il principale indiziato di questa “scelta”, semplicemente non parla mai. Ibrahimovic (che forse preferiva altri candidati) fa il gioco della Sfinge sui social”.

Ultime news

Notizie correlate