De Paola: “Milan, Fonseca è obbligato dall’improvvido Ibrahimovic”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Paolo De Paola non esattamente in punta di fioretto quando si esprime sulle parole di Zlatan Ibrahimovic e sulla scelta del Milan di puntare su Paulo Fonseca

Durante l’ultima puntata di Maracanà sulle frequenze di TMW Radio, il giornalista Paolo De Paola si è sbilanciato dopo la conferenza stampa tenutasi al centro sportivo del Milan nel corso della quale è stato annunciato il nuovo allenatore Paulo Fonseca. Il suo pensiero è riferito alle dichiarazioni rilasciate da Ibrahimovic che, come al solito, non è stato particolarmente diplomatico.

De Paola esordisce:Ibrahimovic si è sbilanciato molto, è stato improvvido“. E spiega: “Ha fatto una disamina dettagliata dicendo che Conte non è quello che cercavano e che Fonseca è quello che loro vogliono, ti esponi eccome. E ancora: “Ha fatto capire che c’erano idee diverse, se è emersa l’idea di uno, la sua, deve esserci un riscontro ora. È andato contro i tifosi, che volevano altro”.

Infine, conclude: “La sua è una posizione molto forte, si sbilancia sulla prossima stagione. Ora non lo puoi licenziare a dicembre o in corsa, ti sei esposto troppo”. E infatti, per questo sentenzia: “4 allenatori hanno l’obbligo di vincere lo Scudetto: Conte, Motta, Inzaghi e Fonseca”.

 

Ultime news

Notizie correlate