Fonseca-Milan, Pellegatti: “Aspettiamo, o sono tutti stupidi…” Dubbi sulle alternative (ESCLUSIVA)

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Fonseca sarà il nuovo allenatore del Milan e Pellegatti non condivide le critiche: frecciatina a chi parla ancora dei 6 cambi

I tifosi del Milan devono mettersi il cuore in pace, Paulo Fonseca sarà il nuovo allenatore e la firma è attesa per la settimana prossima: Carlo Pellegatti ha difeso l’ex Roma e Lille e ha chiesto pazienza. Il curriculum di Fonseca non è altisonante e dopo la fine dell’era Pioli i tifosi si aspettavano un nome più forte come sostituto. La dirigenza crede che sia il profilo giusto per la squadra per tipologia di gioco e per far crescere i giovani. Secondo Pellegatti non c’erano poi così tante alternative migliori e rivendica il buon lavoro di Fonseca in Francia.

Pellegatti difende Fonseca

Durante un’insolita puntata di Pelle Rossonera all’Hotel Melià di Milano, Carlo Pellegatti ha parlato di problema risolto per quanto riguarda le commissioni di Zirkzee e si è detto entusiasta del possibile ritorno di Saelemaekers. L’attenzione si è poi spostata sul discorso allenatore: per Pellegatti Fonseca merita una chance.

Sulle critiche a Fonseca: “Che Fonseca non piaccia mi sembra chiaro. Il discorso è questo, o sono tutti stupidi in Francia quando dicono che è stato tra i migliori allenatori, oppure sono tutti esperti quelli che non lo vogliono. Aspettiamo a definirlo mediocre, mi sembra eccessivo. Al di là di Conte, Thiago Motta e De Zerbi non ho la certezza che gli altri candidati fossero migliori. Incominciamo a dargli una bella squadra e poi vediamo. Non parliamo di quelli che scrivono ancora che ha fatto 6 cambi, che noia sta storia, andiamo avanti”.

Ultime news

Notizie correlate