Fonseca-Milan, Albertini: “Ne risponde la società, bisogna puntare al massimo”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Il prossimo allenatore del Milan sarà Fonseca, Albertini vuole lasciare spazio al lavoro e chiede calma: responsabilità della società

Non si torna più indietro, il Milan ha scelto come allenatore per la prossima stagione Paulo Fonseca: Demetrio Albertini ha commentato a SportMediaset la decisione del club. Come sappiamo i tifosi avrebbero gradito altri profili, uno di questi era Antonio Conte che invece ha firmato con il Napoli. Per l’ex Milan bisogna aspettare a giudicare Fonseca, il lavoro parlerà chiaro.

Rimandato il giudizio su Fonseca

Il club ha deciso di puntare su Fonseca, la prossima settimana dovrebbe essere quella della firma secondo Di Marzio. Albertini dà tempo all’ex allenatore del Lille, ma invita il Milan a puntare in alto.

Fonseca è l’uomo giusto per ripartire dopo Pioli? “Non lo so, superficialmente facciamo un discorso di pancia tra chi è meglio o peggio. Siamo nei mesi del calciomercato, nei mesi delle opinioni. Poi la realtà è il lavoro, c’è una società che deve decidere e si assumerà le responsabilità di queste decisioni. Se l’indirizzo è Fonseca è perché è la valutazione migliore per il progetto del Milan. Come dico sempre il Milan deve puntare al massimo, lo ha sempre fatto anche raggiungendo uno scudetto due anni fa. Bisogna aspettare il lavoro dell’allenatore per i giudizi”.

Ultime news

Notizie correlate