Fiorentina-Milan, Garlando: “Leao esposto, Pioli non si specchia”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

L’analisi del giornalista su Fiorentina-Milan tra un Leao degno degli Uffizi e la tattica vincente di Pioli

Luigi Garlando ha analizzato su La Gazzetta dello Sport la sfida tra Fiorentina e Milan, vinta 1-2 dai rossoneri soffermandosi sulla prova di Rafael Leao e su Stefano Pioli che si è rimesso totalmente in sesto grazie a una grande striscia di risultati. La vittoria è arrivata grazie al gol del numero 10 e all’assist di tacco per la rete di Loftus-Cheek. Qui il focus di Garlando sulla rosea di oggi.

Il dipinto di Leao in Fiorentina-Milan

Luigi Garlando su La Gazzetta dello Sport ha fatto un analisi della vittoria del Milan con la Fiorentina sulle onde di Rafael Leao. Così ha aperto il giornalista: “Leao non è stato schierato in campo, è stato esposto, come si fa con i capolavori degli Uffizi. A Firenze città d’arte il portoghese ha dipinto una vittoria importantissima per la stagione rossonera”. Nel suo articolo, Garlando ha sottolineato anche le super prove di Reijnders, Chukwueze e soprattutto di un Maignan ancora decisivo con le sue parate.

Pioli batte Italiano nelle scelte tattiche

Garlando ha poi spostato l’attenzione degli ennesimi 3 punti conquistati dal Milan a Firenze su Stefano Pioli. Questo il commento sulla tattica del match adottata dall’allenatore emiliano: “Pioli non si specchia, stropiccia lo schema, Reijnders si alza subito, ma dire 4-1-4-1 non basta, Calabria e Florenzi si accentrano, Thiaw e Tomori si allargano”. Il giornalista ha così commentato come Pioli abbia avuto meglio tatticamente nella sfida con il suo collega Vincenzo Italiano. I giornali lo hanno premiato nelle scelte con voti tra il 6,5 e il 7.

Ultime news

Notizie correlate