ESCLUSIVA – Pellegatti: “Elliott potrebbe rimanere con Investcorp. In avanti serve uno che faccia la differenza. Arriverà un attaccante forte”

pellegatti screen

Ai microfoni di Radio Rossonera ha risposto in esclusiva alle tre domande dei tifosi, Carlo Pellegatti, nel consueto appuntamento con Filo Rossonero.

Romagnoli recuperato, ci sarà al fianco di Tomori al posto di Kalulu?

“Ha pochi allenamenti nelle gambe. Da due o tre settimane che non è a disposizione e quindi mi sembra un po’ difficile. Anche perchè non dobbiamo dimenticare che nelle ultime sette partite Tomori e Kalulu hanno contribuito alla striscia positiva di clean sheet del grande Maignan. Mi sembra strano che tutto venga cancellato dopo una prestazione, indubbiamente difficile da parte della difesa del Milan. La Lazio dispone di giocatori importanti e del cannoniere del campionato. Io credo che alla fine ci sia ancora Kalulu”.

Elliott potrebbe rimanere con una quota minoritaria?

“Si, potrebbe certamente rimanere. L’indiscrezione è di ieri ed è di Calcio e Finanza. Già è successo che quando ci sono queste trattative, questi cambi di proprietà, per agevolare il nuovo proprietario ci sia il vecchio che rimane dentro per garantire una continuità di cessione. Ci sarà una continuità nel management ma non sono sicuro per l’AD, perchè quello dipenderà dalle decisioni di Investcorp, se poi sarà Investcorp a diventare il nuovo proprietario del Milan”.

L’attacco deve essere rivoluzionato interamente?

“Io credo che, per quanto riguarda Giroud, il management ha sempre avuto intenzione di tenerlo. La situazione Ibrahimovic è una situazione che verrà esaminata ma non sarà quello che porterà a condizionamenti sul rafforzamento in attacco. Quindi l’attaccante forte arriverà. Se l’attaccante forte viene considerato Origi non lo so però indubbiamente, hai visto la differenza che ha fatto Lautaro l’altro giorno inventandosi letteralmente dei gol? Serve un giocatore non bravo ma un giocatore che faccia la differenza. Quello che è sempre stato Zlatan Ibrahimovic che non per questione di età ma fisiche non riesce ad essere oggi. Quindi penso, rivoluzionato no ma molto molto potenziato certamente si. Anche perchè c’è la situazione di Rebic da chiarire. Il giocatore ha giocato solo 16 partite in questo campionato e bisogna sapere se poter contare su di lui perchè è un giocatore fondamentale per il tridente del Milan. Indubbiamente in questo momento da poco”.

pellegatti screen

 

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan