Milan, Biasin promuove la prima di Ibrahimovic: “Diretto come lui sa fare”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Il giudizio positivo del giornalista sulla conferenza del Milan con Ibrahimovic dirigente: ora la parola al campo

Fabrizio Biasin in un’intervista sul canale Youtube di TvPlay ha detto la sua sulla prima conferenza stampa di Zlatan Ibrahimovic da dirigente di RedBird Capital Partners per il Milan. Il giornalista si è schierato dalla parte dello svedese per le dichiarazioni fatte pur riscontrando che non sono piaciute a tutti i tifosi: “C’è chi ha criticato questa uscita di Ibrahimovic da dirigente ma io penso in questo momento sia fisiologico che ci sia un po’ di malumore esterno rispetto a un certo tipo di comunicazione Milan. In realtà io ho trovato la sua prima uscita da dirigente centrata. Ha risposto bene o male a tutte le domande, alcune anche scomode. È stato anche diretto come lui sa fare in certi casi”.

I temi su cui il dirigente si è esposto di più

Fabrizio Biasin ha elencato gli argomenti su cui Ibrahimovic dirigente si è aperto maggiormente nella conferenza con i media organizzata dal Milan: “Theo Hernandez, Leao e Maignan ha detto non si muovono, ha parlato del nuovo allenatore e ha detto lo abbiamo preso perché vogliamo fare un calcio dominante, cioè si è esposto parecchio. Ha detto che Conte non era nei piani del Milan. Non è stata una banale conferenza. Io credo che lui si sia esposto poi ovviamente rispetto a un certo tipo di dichiarazioni devono corrispondere ai fatti. Se tu dici voglio vincere poi non puoi avere una squadra che è contenta del secondo posto. L’idea che lui ha detto determinate cose ti fa capire che le ambizioni sono quelle di una squadra che non vuole vivacchiare come qualcuno sostiene”.

Ibrahimovic: le responsabilità davanti ai tifosi del Milan

Biasin ha rivelato che ora Ibrahimovic si è preso le responsabilità davanti ai tifosi, che potrebbero riprendere le sue parole se non arriveranno i risultati sperati: “Rispetto a queste dichiarazioni tra 6 mesi dovessero esserci dei risultati con il Milan nel limbo tra la terza e la quarta posizione qualcuno punterebbe il dito contro di lui”. Il giornalista ha detto la sua opinione sul giudizio precoce dato su Paulo Fonseca condizionato dalla poca fiducia nei dirigenti: “In questo momento a pochi piace Fonseca, perché la scelta di una dirigenza che non dà troppe garanzie, più di tanto non riescono a fidarsi. Se questa scelta l’avesse fatta una dirigenza un po’ più solida sarebbe stata digerita meglio. Il resto lo farà il campo, se Fonseca farà il suo tutti saliranno sul carro, al momento sono tra il salire e il non salire”.

Ultime news

Notizie correlate