Evani: “Il Milan di Londra come quello di Belgrado, ora può cambiare tutto!”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’ex colonna del Milan Alberico “Chicco” Evani ha parlato del ritorno dei rossoneri tra le migliori 8 d’Europa: «Paolo Maldini ha detto di aver risentito i brividi di un tempo e lo capisco: sono passati tanti anni dalle ultime Champions vissute da protagonisti».

Evani su Tottenham-Milan, qualificazione meritata?
«Sì, assolutamente. Il Milan ha giocato una buona partita dall’inizio alla fine. Poteva fare di più in fase offensiva ma ha rischiato pochissimo: è giusto che giochi i quarti».

La Londra di Pioli ricorda una sera del Milan di Sacchi a livello di consapevolezza acquisita?
«Può essere l’equivalente di Belgrado, che per noi cambiò tutto. Non ci fosse stata la nebbia, con la Stella Rossa probabilmente avremmo perso. Dal giorno successivo invece siamo stati una squadra diversa, spettacolare».

Evani sulla prossima sfida di Champions: dove può arrivare Pioli?
«Sulla carta ci sono squadre più forti ma non sempre le qualità individuali vincono sul collettivo. Se il Milan continuerà con questo coraggio, potrà giocarsela con tutti, anche con chi ha qualcosa in più. Sono sicuro che tutte le squadre, anche quelle con materiale migliore, vorranno evitare il Milan. Perché? Il Milan ha giocatori che possono mettere in difficoltà tutti. E, dopo un gennaio difficilissimo, ha ritrovato compattezza: il peggio è passato, ora sarà difficile batterlo».

ULTIME NOTIZIE MILAN – I QUARTI PORTANO SOLDI PER IL MERCATO? LE PRIME PAGINE DI OGGI (10/03/2023)

ULTIME NOTIZIE MILAN – MILAN-SALERNITANA, SCELTO L’ARBITRO: DIRIGERÀ I ROSSONERI PER LA QUARTA VOLTA

Quanti meriti ha Pioli?
«È stato bravo. Ho visto compattezza e spirito vincente già lo scorso anno, è lo stesso spirito con cui noi abbiamo vinto l’Europeo due estati fa. Il Milan impone il suo gioco, è propositivo e aggredisce. Ha temperamento e qualità individuale in qualche giocatore».

Evani su Sandro Tonali
«Sandro è maturato tanto, sta diventando il leader del centrocampo. Comanda, ha personalità e visione di gioco: un centrocampista moderno. Può essere stanco perché da gennaio gioca sempre ma per il Milan resta fondamentale. In Nazionale con noi, tranquillissimo: non lo sento mai parlare. Probabilmente nel Milan è diverso, perché quello è un ambiente che vive di più, ma Sandro è uno dei ragazzi che piacciono a me: non parla, fa».

Quale momento le resta in testa di Tottenham-Milan?
«I primissimi minuti. C’era preoccupazione per una partita difficile, invece dal primo momento il Milan ha fatto capire di esserci. Il controllo sulla partita è cominciato lì».

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Evani Milan Londra Belgrado
Photocredits: acmilan.com

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate