Europa League, Capello su Milan-Roma: “Qui si deciderà tutto”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Fabio Capello ha parlato del quarto di finale di Europa League tra Milan e Roma: ecco cosa può fare la differenza per il doppio ex

Chi meglio di Fabio Capello può commentare il sorteggio di Europa League che ha messo contro Milan e Roma ai quarti di finale della manifestazione. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Capello ha parlato dei momenti delle due squadre e di cosa può fare la differenza nella doppia sfida: sarà il Milan o la Roma ad andare in semifinale di Europa League?

Momenti e difese

L’ex allenatore delle due squadre prova a dare un quadro generale su quella che potrà essere la doppia sfida di San Siro (11 aprile) e dell’Olimpico (18 aprile).

MOMENTI: «Il Milan in casa è in un momento favorevole e l’andata a San Siro lo può aiutare, anche se la Roma adesso è stata inquadrata molto bene da De Rossi. La prima partita deve essere giocata con grande intelligenza da parte dei rossoneri, perché abbiamo visto che la Roma quando trova gli spazi ha la qualità per fare male al Milan».

DIFESE: «Il Milan deve ritrovare la sua difesa, mentre l’ultima Roma sembra abbia trovato la compattezza dietro. Abbiamo visto anche a Brighton, quindi è da temere sotto tutti gli aspetti. E mi sembra che abbia proprio lo spirito di squadra, di gruppo. Gioca con tanta, tanta umiltà».

Attacco contro fascia sinistra: Milan e Roma per l’Europa League

Fabio Capello si concentra poi sui duelli che una partita tra due squadre piene di talento come Milan e Roma possono regalare per puntare ad arrivare in fondo all’Europa League: dalla coppia d’attacco giallorossa alla fascia sinistra del Milan.

I DUELLI: «Da una parte Dybala e Lukaku, se c’è spazio, con gli inserimenti dei centrocampisti, perché quando la Roma va in attacco le due punte non rimangono isolate, ma entrano El Shaarawy, Pellegrini e compagnia. Per quanto riguarda il Milan direi la fantasia di Leao, la fascia sinistra che è la forza della squadra e Pulisic che si è ritrovato in pieno, sta giocando ad alto livello».

Ultime news

Notizie correlate