ESCLUSIVA, Zille: “Su Adli c’è equivoco tattico. Così Pioli può perderlo”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Federica Zille di DAZN parla ai nostri microfoni dopo Milan-Verona: le sue parole su Adli, Pioli e gli infortuni

Intervenuta nel corso della nostra puntata odierna di Lunch Press, la giornalista di DAZN Federica Zille si è addentrata nei discorsi sul gioco di quest’anno dei rossoneri. Non solo, perché ha toccato anche il tema infortuni e parlato a lungo della gestione di Stefano Pioli di Yacine Adli. Di seguito, la sua intervista per il canale Youtube di Radio Rossonera.

ESCLUSIVA, ZILLE DOPO INTER-MILAN: “L’ATTENZIONE VADA QUI! SI ERA CAPITO DOPO 30 SECONDI…”

Il vecchio e il nuovo Milan

Ti è piaciuto il Milan sabato?

“Allora, visto che era una situazione di emergenza infortuni e una situazione emergenziale con un piano B, mi è piaciuto. Perché il fine era portare a casa una vittoria ed è stato raggiunto. Poi, non ha rubato l’occhio e non è una soluzione che Pioli proverà con continuità, ma può diventare affidabile in caso di necessità. L’Hellas Verona non è una squadra semplice da affrontare. Negli ultimi anni chiunque ha fatto fatica ad affrontarla, anche tra le big. Quindi credo che bisognava portare a casa il risultato. Giocare bene è un’altra cosa, evidentemente, però c’è anche da considerare che l’anno scorso queste partite il Milan non riusciva a vincerle”.

Poi, continua:

“Vedere un Napoli titubante, la Juve che perde punti e non dà continuità alle prestazioni… In questa fase di inizio campionato credo che restare incollati alla parte alta della classifica sia importantissimo. Intanto blindi il prima possibile la qualificazione in Champions, e poi te la giochi più avanti. Ripeto, lo scorso anno non sarebbe riuscito a sbloccare una partita come quella di sabato dopo 7 o 8 minuti. Ricordo la partita di Cremona, con un modulo simile tra l’altro. Adesso perlomeno arrivano i punti”.

Una provocazione: questo Milan gioca peggio del vecchio?

“Il vecchio aveva meccanismi che questo non può ancora avere. Gioca peggio ma in queste prime giornate abbiamo visto trame interessanti. Continuità, brillantezza e varietà di soluzioni in zona offensiva che in passato non aveva. Poi se trova squadre forti che da due anni giocano allo stesso modo come l’Inter, il Milan va in difficoltà”.

YACINE, TOCCA A TE! ADLI, IL MILAN E L’IDEA DI STEFANO PIOLI

Gli infortuni e Yacine Adli

“Adesso c’è un’ulteriore difficoltà. Aveva la certezza Bennacer, l’ha dovuta ricostruire su Krunic e adesso deve ritrovarla. Sono estremamente curiosa di vedere Adli, da come ha detto Pioli. Proprio col Verona l’anno scorso si era giocato male la sua occasione da trequartista e tutti dicevamo che era una mezzala penalizzata dal modulo. Quindi c’era un equivoco tattico sull’acquisto di Adli. Adesso si gioca con le mezzali e lui ancora non si vede in quella posizione. Lo proverà da play e io sono estremamente curiosa di capire se finalmente anche Adli avrà trovato la sua casa in campo”.

Secondo te al Milan c’è un tema infortuni?

“Non sembra legato a preparazione o turnover, perché alla fine al Napoli non si faceva mai male nessuno l’anno scorso, per esempio. Anche Pioli quando gli viene fatto notare dice che ci stanno lavorando. Un’altra squadra che ha lo stesso identico problema è la Roma. Un sacco di infortuni muscolari a cui si aggiungono calciatori che hanno questa tendenza… È un problema per chi non ha doppioni sempre all’altezza dell’undici titolare”.

Su Adli, continua:

“Nel post partita di Milan-Verona, intervistandolo ho chiesto a Pioli se Reijnders in quella zona di campo, vicino a Krunic, non l’ha proprio convinto. Continua a dire che l’ha provato più volte anche durante la preparazione. Ma è anche giusto, perché se un giocatore come Adli non lo metti in campo neanche per Cagliari-Milan, a quel punto lo dai per perso anche in termini di motivazioni. Magari per lui si trova una collocazione ideale per lui… L’anno scorso Pioli ha fatto mea culpa sul turnover”.

LEGGI QUI LA NOSTRA APPROFONDITA ANALISI INFORTUNI DELLA STAGIONE 2022/2023

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

ZILLE ADLI

Ultime news

Notizie correlate