ESCLUSIVA – Tommaso Turci: “Non pensavo che Kessie potesse andare al Barca. L’episodio di Cagliari? Bisogna prendere delle decisioni importanti”

Tommaso Turci, giornalista DAZN, ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni nel corso del Lunch Press.

Un commento sui match della Nazionale: 

“Le partite della Nazionale non le vivo mai bene, anche quando vinciamo perchè sono le prime partite di calcio che inizi a vedere da bambino per un grande evento internazionale come può essere il Mondiale o l’Europeo, le prime magliette comprate. E poi io sono cresciuto una delle Nazionali, probabilmente, più forti e mai vincenti di sempre ed è stata quella con i vari Maldini, Roberto Baggio … c’è sempre stato un grande attaccamento. Con la Macedonia sono discretamente ottimista per i valori tecnici che ci sono in campo. Sono un po’ scettico riguardo le condizioni di alcuni giocatori che per noi sono fondamentali. La difesa è un po’ rimaneggiata e i giocatori che all’Europeo ci hanno trascinato sono anche quelli che ci mancheranno e penso a Chiesa, Insigne non sta facendo bene, dietro mancano due giocatori importanti come Bonucci e Chiellini. Siamo affidati a giocatori di squadre medie. A parte a centrocampo che siamo ben coperti, davanti siamo affidati da giocatori forti ma che giocano in squadre medie”.

Se ti saresti aspettato Kessie al Barcellona proprio come tipologia di calciatore:

“Onestamente no. Non pensavo che era la destinazione che potesse scegliere e soprattutto non pensavo potesse essere l’obiettivo di quella squadra. Kessie ha dimostrato che quando sta bene fisicamente e libero mentalmente, è un giocatore di alto livello e molto duttile perchè può giocare in diversi ruoli. Il Barcellona si sta evolvendo molto. Non è più la squadra di prima e penso che lui possa essere un valore aggiunto per quella squadra perchè Kessie è un giocatore importante”.

Leggi QUI – Berardi – Milan? Carnevali fa chiarezza

Il Barca sembrava una squadra sull’orlo del fallimento e poi hanno fatto un mercato faraonico a gennaio e si prepara un altro questa estate. E il FFP?

“Questa è una domanda che si ripropone spesso per queste grandissime società che continuano ad indebitarsi e poi continuano a fare mercati faraonici inspiegabilmente. Da quello che si dice, sono in grossa difficoltà e questo fa specie. Loro comunque sono stati bravi a valorizzare tanti talenti fatti in casa come Pedri, Gavi, stanno lavorando molto bene. Vediamo alla fine dell’anno quanti soldi spenderanno. Comunque Kessie preso a zero è un bel colpo”.

Sarebbe un bel colpo anche Dybala. Perchè il Milan perde a zero Kessie e La Juve Dybala?

“Bisogna capire come sono andati veramente i fatti e le volontà da una parte all’altra perchè io onestamente, guardando il punto di vista della Juventus, credo sia stata la Juventus a scegliere di non rinnovare Dybala a quelle cifre. Per quanto riguarda il discorso di Kessie penso che il Milan abbia spinto fino all’ultimo per provare a rinnovare. L’impressione è che Kessie non volesse rinnovare e questo non significa che tutti e due i giocatori non abbiano tolto un valore alle società, anzi. secondo me Dybala quando sta bene di testa e fisicamente è ancora il giocatore più forte che c’è in Serie A. Ma qui subentrano le motivazioni, i temi tattici. Bisogna capire quali sono state le dinamiche”.

Nessuna sanzione per il post partita di Cagliari – Milan. Ti ha sorpreso soprattutto l’atteggiamento di alcuni giocatori del Cagliari?

“Secondo me è un discorso sempre molto delicato. Sono episodi che vanno sempre condannati e non sono condannati abbastanza. Se tu prendi delle posizioni pesanti come non far giocare nello stadio di Cagliari per le prossime 10 giornate, forse potrebbe servire a qualcosa invece che squalificare per mezza giornata solo la curva. Dal campo si pensa che si possa ascoltare tutto ma non sempre e così. Molte volti alcuni cori razzisti li sentono solo i calciatori che sono vicini a quel determinato settore. Episodi da condannare però va distinta l’ignoranza dal razzismo. Bisogna prendere delle decisioni importanti. Prendiamo queste persone e sbattiamole fuori dallo stadio

 

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan