ESCLUSIVA – Pellegatti: “Con l’Atalanta l’ultima di Ibrahimovic a San Siro”

DiFrancesco Pecere

Mag 13, 2022
pellegatti screen

La vigilia della sfida casalinga contro l’Atalanta , ultima stagionale a San Siro. Carlo Pellegatti è intervenuto a Radio Rossonera nel corso del consueto appuntamento con la trasmissione Pellerossonera. Grande tensione per gli ultimi 180′ che decreteranno la squadra campione d’Italia.

“Le questioni societarie e la finale di Coppa Italia ci hanno aiutato non pensare troppo alla sfida di domenica”.

La finale di Coppa Italia?

“Onestamente alcune decisioni arbitrali non mi sono piaciute, come la mancata espulsione di Brozovic; dei rigori non mi interessa, ma questo è un dato oggettivo. Anche in questa gara ci sono delle cose che non mi hanno convinto”.

Si avverte un entusiasmo straripante..

“Negli ultimi 20 anni una emozione del genere non c’è mai stata. Il Milan è una squadra che negli ultimi 22 anni ha vinto solo uno scudetto. Il fatto che ci sia questa passione è che c’è più fame. Speriamo che ci sia sul lieto fine perché il Milan lo merita. Lo pensano anche i tifosi dell’Inter”.

Situazione cambio proprietà?

“Fine mese per le firme e fine giugno per il closing. La situazione con Investcorp sembra più rallentata. La cosa più sorprendente è che i dettagli stiano trapelando cosi facilmente. Onestamente sono sorpreso perché non è calcio mercato. La RedBird esiste. Ha depositato la nascita di un fondo non si sa se per il Milan o per altro”.

Rischio condizionamento per la squadra?

“Mi hanno detto che questa cosa passa molto al di sopra di Milanello e non tocca per niente la tranquillità della squadra. Nelle ultime ore mi sembra che Investcorp si sia mossa molto,a ma se l’operazione si è rallentata ci sarà un motivo”.

Vigilia di grande concentrazione..

La vigilia delle finali è bella come le finali. Da Milanello non arrivano interviste. Grande concentrazione. Dell’Atalanta mi spaventano le individualità come Zapata, Muriel, Pasalic e Malinowski. Il Milan non è facile da battere in questo momento. Sarà un Milan concentrato e attento”.

Rinnovo di Leao?

Bisogna aspettare il 17 maggio data della sentenza. Dopo si capirà. Ora pensiamo a vincere il campionato. Se lui non firma il Milan potrebbe accettare un’offerta importante. Dobbiamo migliorare per la Champions e vincendo lo scudetto saremmo in prima fascia mentre l’Inter scalerebbe in terza. Certo Leao è cresciuto tantissimo soprattutto nella continuità”.

Il futuro di Ibrahimovic?

Ovviamente mi auguro di sbagliarmi, ma credo con l’Atalanta sarà l’ultima di Ibra a San Siro. In questo momento il ginocchio non gli consente delle lunghe corse per trovare il fiato. Il Milan aspetterà la sua decisione. Il più bel complimento per lui è che è stato così bravo che la squadra vince anche senza di lui.

Formazione anti-Atalanta?

Florenzi titolare no. Ha solo 10 giorni nelle gambe credo che il titolare sarà Calabria. Giocherà la stessa formazione di Verona e cioè Maignan, Calabria, Kalulu, Tomori, Theo, Tonali, Krunic, Leao, Kessie, Giroud. Unico dubbio quello tra Messias e Saelemaekers con il belga in vantaggio.

Leggi  QUI Saelemaekers a Sportmediaset: “Siamo carichi. Se ascoltiamo il mister e con il cuore possiamo vincere”

pellegatti screen

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.