ESCLUSIVA – Pellegatti: “Con l’Empoli evitare la superficialità. Serve ferocia e determinazione”

pellegatti screen

Carlo Pellegatti è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni durante il programma Filo Rossonero, la rubrica in cui i tifosi hanno la possibilità di porre tre domande al celebre giornalista.

Dopo Salernitana e Udinese, quale difficoltà bisogna evitare contro l’Empoli?

“Visto che con la Salernitana l’inizio è stato positivo, bisogna mantenere quella concentrazione feroce, quella determinazione che ci ha permesso a Napoli di avere quasi sempre in mano la partita. È chiaro che il Napoli ha avuto delle occasioni ma vedevi un Milan attento. Non vedevi un Milan superficiale come dopo il gol di Salerno. Evitare la superficialità, evitare una certa rilassatezza, insomma, nelle ultime 10 partite bisogna avere una ferocia nei 90 minuti oltre che nelle settimane. Quindi non conta aver fatto un gol ma far capire all’avversario che da San Siro, oggi, non si esce”.

Leggi QUI – San Siro verso il sold out

Dopo ieri sera, ti aspettavi che Donnarumma vivesse tutto questo?

“Sinceramente no. Una volta acquistato dal PSG pensavo andasse a fare il titolare. Già la partenza non è stata brillante. Secondo la mia esperienza di appassionato di calcio, il portiere è fondamentale e deve essere il titolare. Poi ieri c’è stato l’errore ma il portiere deve essere il titolare. Non si può cominciare e avere questi up and down, inizi tu e poi dentro io … uno il portiere della Coppa e l’altro del campionato … quindi non mi aspettavo assolutamente ma quando ho letto che ci sarebbe stato questo dualismo, questo ballottaggio, questa alternanza, non sono sorpreso che possano succedere queste cose”.

Ma alla fine, questo scudetto, lo vinciamo o no?

“Non lo so. Sono domande al quale non so rispondere e non posso rispondere. Sapere che il Milan gioca con l’attenzione e un miglioramento sul piano della prolificità, sul piano della pericolosità come a Napoli, certamente è un serio candidato. Se poi c’è la dark side of the moon di Salerno e Udine è chiaro che è no. Dipende molto dal Milan. Dipende ovviamente anche dall’ Inter che se le vincesse tutte, vince il campionato lei. Serve quella ferocia che ci permette di vincere 7 partite consecutive. Io ci conto e ci credo”.

 

pellegatti screen

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan