ESCLUSIVA, Ordine: “Milan, occhio al Cagliari! Inter favorita per 3 motivi”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Franco Ordine in esclusiva ha avvertito il Milan dei possibili pericoli a Cagliari: l’Inter è nettamente favorita per lo scudetto

Il Milan si è lasciato alle spalle la faticosa vittoria contro il Verona, ora si punta al Cagliari: in ogni caso per Franco Ordine l’Inter ha una marcia in più. Franco Ordine è intervenuto in esclusiva al talk di radio rossonera, tanti i temi: polemica sul calendario, il caso Adli e la possibilità di far riposare Leao. Tenere i ritmi dell’Inter sarà difficile per il Milan.

SCONTRO IN TV, ORDINE: “INTER, CALENDARIO DISPETTOSO!” BIASIN: “COME I TERRAPIATTISTI…”

Calendario troppo fitto per il Milan? “Cosa già segnalata, di cui abbiamo parlato. Bisogna ragionare sui calendari delle tv”.

Chi riposa col Cagliari? “Leao ha giocato 8 partite, quindi va fatto un ragionamento per farlo riposare. Bisogna sfruttare anche le alternative, dipende da loro, devono dimostrare di essere all’altezza”.

Adli, ci sarà spazio per lui? “Inevitabilmente giocherà, anche perché Reijnders va gestito. Bisogna avere una rosa in cui hai il sostituito in ogni ruolo. Non ce l’hai in difesa e sei contato a centrocampo”.

Chi è dietro l’Inter, è giusto dire così? “Sì, l’Inter ha l’effetto Istanbul, i nerazzurri hanno giocato alla pari con il City e hanno trovato una nuova dimensione. Inzaghi poi ha la rosa più numerosa e meglio coperta, vediamo ora con Arnautovic. Anche con gli addi l’Inter non ha perso qualità, anzi è aumentata soprattutto a centrocampo e in difesa”.

Milan-Verona? “Partita segnata dalle emergenze di Theo e Calabria. Sei costretto a giocare a 3, tutti i meccanismi sono cambiati. In più si è messa la stanchezza post Newcastle”.

Il Cagliari? “Sarà chiuso, hanno un bel contropiedista davanti e quindi ci vuole il massimo dell’attenzione e della motivazione”.

Franco Ordine sul Milan e sulla situazione infortuni

Franco Ordine affronta così la situazione infortuni in casa Milan, l’editoriale su Il Giornale: “Dalla sera del derby, il quinto della serie, perso in modo brutale, Stefano Pioli è un po’ diverso dallo Stefano Pioli conosciuto e ammirato nei mesi precedenti, persino nelle curve più insidiose, del suo iniziale cammino milanista. La conferma è arrivata puntuale dalla sua gelida analisi seguita alla prova, non certo esaltante, con il Verona che il tecnico ha liquidato con una frase che dev’essere letta e spiegata. Ha dettato Pioli: «Si esagera con la negatività che c’è intorno ai miei giocatori». A cosa si riferisce? Probabilmente al processo di web e media intentato nei confronti di Leao dopo un paio di gol mancati con il Newcastle in Champions. Sicuramente è anche riferita agli allarmi suonati sui social dopo l’infortunio toccato a Krunic a pochi minuti dal gong oltre alle assenze di Maignan, Calabria e Theo Hernandez, tutte insieme nella stessa partita. Se Pioli sente un clima da accerchiamento la responsabilità – o il merito – è anche delle aspettative accreditate al Milan dopo il sontuoso mercato, valorizzate dalle prime tre sfide che hanno lasciato prevedere una cavalcata successiva. E invece il calcio è capace di regalare giudizi immediati che non corrispondono esattamente alla realtà”.

ORDINE ESALTA SPORTIELLO: “CHI ERA COSTUI?”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

 

 

ordine milan inter

Ultime news

Notizie correlate