ESCLUSIVA – Melegari: “Tonali e Kalulu mi fanno impazzire. Con Ibra l’intervista più bella”

DiGiacomo Todisco

Apr 4, 2022

Nel corso della puntata odierna del Talk, è intervenuto ai nostri microfoni Stefano Melegari di Panini. Con lui, anche firma della rivista “Forza Milan”, abbiamo parlato di qualche singolo e della partita di stasera.

Parlando del vecchio mensile “Forza Milan”, chi ci sarebbe oggi in prima pagina? “Sono combattuto tra Tonali, che mi fa impazzire e Kalulu. Ma io andrei su tutta la squadra, perché da due anni mi diverto come un matto dopo anni di difficoltà. Mi dà sempre l’impressione di fare di più e lo sta confermando. Nomi singoli? Kalulu mi sembra il più attuale. E’ anche entrato nei possibili nomi per l’MVP del mese della Lega Calcio”.

Leggi QUI la nostra esclusiva con Alessandro Mossini

Chi è il più umano tra i giocatori rossoneri? “Ho letto tanto di Giroud e il suo tipo di atteggiamento mi attrae molto. Mi piace come si pone, la sua voglia è di andare subito ad aggredire una nuova avventura, imparando la lingua per esempio. Tonali mi piace tanto, ma credo anche Bennacer possa raccontare storie interessanti. Nonostante l’abbigliamento del primo giorno a Milano”.

Poi, un aneddoto: “Con Ibra una delle più belle interviste che abbia mai fatto. Un personaggio divertente e di spessore. E’ estremamente acuto. Se si approfondisce si capisce di avere capacità diverse rispetto agli altri”.

Sulla gara di questa sera: “Io la guardo con serenità. Sono più preoccupato di capire come affronterà la squadra la partita. Il punto peggiore è stato Salerno, quella gara con il gol arrivato in fretta è cambiata. Pioli però ha questa lungimiranza di capire dove vanno i problemi, ha cercato subito di risolvere. L’atteggiamento delle ultime due partite è un’evoluzione”.

Ci sono similitudini con l’annata dello scudetto di Zaccheroni? “Ci sono. Ciò che mi ricordo di quel Milan e di questo, pur con carature diverse, è che davano e danno la sensazione che la partita non è mai persa. Si aveva l’idea che la squadra poteva cambiare la partita anche nei momenti peggiori: questa di oggi è esattamente questo. Ha la capacità di dare la sensazione di non aver perso mai la partita anche in momenti di difficoltà. E questo è merito dell’allenatore, bisogna dargliene atto. Sicuramente l’allenatore in campo col numero 11 (Ibrahimovic, ndr) aiuta”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan