(ESCLUSIVA) Galli: “I tifosi hanno bisogno di capire! Maldini colpo duro da incassare, sembrava ci fosse stabilità”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Nel corso della puntata odierna di Radio Rossonera Talk, la bandiera del Milan Filippo Galli ha commentato il clamoroso ribaltone nella direzione tecnica che sta vedendo protagonista i rossoneri con i licenziamenti di Maldini e Massara.

ULTIME NOTIZIE MILAN – CATTELAN: “MERCATO COI DATI? CONTENTO CHE IL MILAN FACCIA DA CAVIA!” –

Come stai vivendo questo momento?

“Bisogna cercare di essere razionali ma allo stesso tempo non è facile mettere da parte i sentimenti, quello che Maldini è stato per me: un ex compagno di squadra, un giocatore che ha vinto tutto e rappresenta il Milan e i suoi successi, come del resto Franco. Questo è un qualcosa che fa male a tutti e lascia un po’ sconcertati, dopo bisogna capire cosa è successo perchè l’ufficialità non è ancora stata data”.

Si parla di licenziamento…

“Se la proprietà ha preso una decisione così forte avrà le sue ragioni, giuste o sbagliate che siano. Chiaro che Paolo ha la sua forte personalità e avrà portato le esigenze di fronte alla proprietà rispetto ad un’idea di crescita del club, del Milan, di poter tornare con continuità ad alti livelli. Poi non sappiamo cosa possa essere successo, si legge di un mercato che non è stato ‘gradito’, su De Ketelaere… spiace perchè sembrava che si fosse arrivati ad una certa stabilità, ad una linea condivisa ovviamente con dei punti di vista differenti. Poi siamo sempre qui a ripetere che il Milan va avanti al di là del giocatore, di chi si ferma, di chi esce, però è chiaro che è un colpo difficile da incassare”.

I segnali, tuttavia, arrivano da lontano…

“E’ chiaro che c’era qualcosa nei rapporti che non lasciava trasparire serenità, poi io da tifoso tutto mi aspettavo tranne che si arrivasse a questa decisione così improvvisa e forte. Maldini-Massara è un connubio veramente molto forte, perchè Massara viene da una scuola importante e ha conoscenze di giocatori a livello internazionale. Poi quando ti presenti con una figura come Maldini che rappresenta la storia del Milan è chiaro che hai un peso, una forza”.

Ci sarà una ricaduta sul mercato da questo punto di vista?

“Difficile dirlo, ora più che mai nelle trattative è importante la velocità, andare decisi su un obiettivo e provare a chiuderlo in fretta. Questo potrebbe rallentare tante cose ma da qui a dire cosa accadrà nessuno ha la sfera di cristallo”.

Questa situazione va comunicata ai tifosi in qualche modo…

“Penso che a breve si debba chiarire, tutto il popolo rossonero ha bisogno di sapere e di capire. Credo che questo sia dovuto”.

A questo, la proprietà non avrebbe potuto mandare via anche Pioli?

“Pioli è colui che porta avanti il discorso tecnico sul campo, mentre Maldini e Massara davano risorse umane a cui appoggiare il discorso del campo. Credo che la società abbia fatto questo pensiero ed ecco perchè Pioli continuerà ad essere l’allenatore per il momento. Le proprietà sono quelle che investono e che hanno la forza di prendere le decisioni impopolari…Maldini è la storia, è quello che ha aiutato a raggiungere un risultato come lo Scudetto dell’anno scorso, ad avere un Milan ancora in Champions, fondamentale per il percorso di crescita di cui parliamo sempre”.

Si rischia di perdere alcuni giocatori per mancanza di fiducia nel progetto?

“Chiaro che c’è un legame forte tra alcuni giocatori e Paolo…bisognerà capire perchè ci sono una serie di complessità nelle relazioni umane tali che è difficile poi prospettare qualcosa di certo. Sicuramente si muoveranno tante cose sia dal punto di vista emotivo che da quello degli interessi, cose che dovremo essere pronti a sopportare. E’ un peccato perchè si rischia l’ennesimo ‘anno zero’, ma noi tifosi però siamo forti e questo ci deve aiutare a guardare avanti con uno sguardo di speranza positivo”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

filippo galli esclusiva

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate