ESCLUSIVA – Federico Sala (DAZN): “Non è De Ketelaere il vero mistero di questo Milan”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Anche oggi, come sempre dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 14, è andato in scena l’appuntamento con Lunch Press. Argomento cardine di oggi, ovviamente, la sfida contro il Monza dello scorso sabato, vinta 1-0 dal Milan con uno squillo di Messias. Di questo e di molti altri temi ne ha parlato in esclusiva con noi chi quella sfida la vissuta proprio da bordocampo: Federico Sala di DAZN.

LEGGI QUI ANCHE – PIOLI: “VOGLIAMO QUALIFICARCI IN CHAMPIONS ANCHE L’ANNO PROSSIMO. CI SONO DUE STRADE…” –

SULLA PRESTAZIONE DI KRUNIC:Krunic prestazione da 7,5 contro il Monza. Ha ripulito un’infinità di palloni. Serve due volte Leao su due occasioni. E ricordiamoci che è un adattato in quel ruolo“.

SU DE KETELAERE:In questo momento sono convinto che se calciasse dal centro di una barca per prendere l’oceano, prenderebbe uno scoglio. Anche venerdì, quando il ragazzo sbaglia quel gol, Pioli in panchina spacca letteralmente una bottiglietta d’acqua. Sembra una maledizione veramente inscalfibile. Anche lui non sta dando quelle sensazioni che ci saremmo aspettati a livello di cattiveria o di intraprendenza. Ora il ragazzo cerca questo gol, ma ne sono capitate di tutti i colori, alcune per colpa sua e altre per sfortuna. Sono convinto che gli basterebbe solamente sbloccarsi mentalmente per vedere un giocatore totalmente diverso. Posto che nelle ultime 2 o 3 uscite lo vedo già diverso, più intraprendente e soprattutto con più gamba. Dà dei segnali di vita che prima non dava. Al momento lo vedo come l’antitesi di Osimhen. Quel gol fatto contro il Napoli ti viene solo se mentalmente sei al massimo della fiducia, proprio all’opposto del belga del Milan“.

SU ORIGI:Qui secondo me è diverso rispetto a De Ketelaere. Nel prepartita Pioli ha detto ai nostri microfoni che Origi avrebbe attaccato la profondità e non lo ha mai fatto. Dall’altra parte ci si aspetta un gicatore straripante sul piano fisico perchè arriva dal campionato inglese ed è molto strutturato. E invece nel primo tempo su tre palloni che gli arrivano tre volte si fa anticipare da Izzo. Fatica quasi ad imporsi dal punto di vista fisico, pur arrivando da un campionato in cui la fisicità è tutto. Per questo dico che è lui più che De Ketelaere in questo momento il vero oggetto del mistero. Con la struttura fisica che ha, le qualità che ha fatto vedere e l’esperienza (parliamo di un giocatore che ha fatto gol in finale di Champions League) non riesce a farsi valere. Sembra in difficoltà mentalmente, ma soprattutto dal punto di vista fisico, dove non riesce a mettere in campo la sua maggior fisicità, che in campo è evidente“.

ASCOLTA QUI L’INTERVENTO INTEGRALE IN ESCLUSIVA DI FEDERICO SALA (DAZN) NEL CORSO DI LUNCH PRESS

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate