ESCLUSIVA – Dr. Marano: “Vi spiego i due infortuni di Maignan. Non andrà al mondiale”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Mentre il dottor Marco Marano fa chiarezza sull’infortunio di Maignan noi proviamo a capire statisticamente cosa cambia nel Milan con Mike e Tata.

GUARDA QUI L’INTERA PUNTATA DEL TALK DI RADIO ROSSONERA

Queste le parole dell’esperto al nostro Talk di oggi: “Partirei dalla differenza tra soleo e gemello. Sono due muscoli della stessa regione, del polpaccio. Il gemello infortunato precedentemente da Maignan è quello principale, che possiamo toccare sulla parte esterna. Il soleo è il muscolo più profondo. Sono diversi ma, appunto, della stessa regione. Entrambi hanno una funzione analoga, perché quando andiamo in punta di piedi consentono a caviglia e polpaccio di estendersi. La funzione dei due muscoli è la stessa, pur essendo differenti. Questa già può essere una risposta. Un’altra cosa che li accomuna è che terminano con un unico tendine (d’Achille). Ciò che li differenzia, invece, è che il gemello agisce quando siamo in piedi e il ginocchio è dritto, mentre il soleo agisce quando il ginocchio è piegato. Le cose importanti da chiarire sono queste”.

Poi, continua: “L’infortunio al polpaccio nel portiere è piuttosto frequente, ed è da specificare che il primo infortunio è avvenuto in nazionale, non a Milanello. Classico infortunio che avviene quando calciano: è più frequente che tra i giocatori di movimento. È molto difficile spiegarsi perché avvengano questi infortuni, non c’è un’unica risposta. Uno chiama l’altro? Sono legati tra di loro, nel senso che il primo muscolo infortunato lavora meno e l’altro deve lavorare di più e compensare. Si ha una sollecitazione maggiore del soleo. Senza dubbio sono legati tra loro”.

LEGGI QUI LE PAROLE DI THIAW DOPO L’ESORDIO

Sui tempi di recupero: “Secondo me non andrà al mondiale. Per poter guarire dobbiamo contare circa 4 settimane. Il problema sarà per la nazionale, non so se se la sentano di portarsi un giocatore che rientra da un infortunio al polpaccio. È, come abbiamo visto, un infortunio che rischia delle recidive”.

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate