ESCLUSIVA – Colombo (CorSera): “Leao vuole restare, ma Mendes ha idee diverse”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Anche oggi, come ogni giorno dal lunedì al giovedì dalle 16 alle 17, è andato in scena il nostro Talk. Nel corso della trasmissione odierna, è stata nostra ospite, in esclusiva, Monica Colombo, giornalista del Corriere della Sera, che ha detto la sua sul momento del Milan in Serie A e Champions League e su Rafael Leao.

LEGGI QUI ANCHE – ROMA, DUE ASSENTI SICURI E UN CALCIATORE A RISCHIO CONTRO IL MILAN

SU MILAN-LECCE: “Ieri ci ha pensato Leao a mettere subito le cose in chiaro. Anche Pioli rispetto a Bologna ha operato un turnover meno rivoluzionario. E infatti proprio i Leao, Theo Hernandez e in parte Brahim Diaz sono stati gli artefici di una serata più tranquilla per le coronarie dei tifosi del Milan”.

SU LEAO: “Nel tempo si sono alternati attaccanti non molto incisivi nel Milan. Leao non è solo incisivo, è un campione e credo che la società dovrà fare di tutto per convincerlo a restare”.

SUL RINNOVO: “Le cose da sistemare non sono di poco conto. Il desiderio del ragazzo di restare a Milano è innegabile, se non ci fosse la multa il rinnovo sarebe già stato firmato. Il problema è che questa multa è molto pesante e condiziona non solo il giocatore ma anche il suo entourage. Sabato è uscita una voce dal Portogallo secondo cui lo Sporting avrebbe avuto un incontro con il Chelsea, interesato a capire l’entità di questa multa e desideroso di sobbarcarsela al posto del giocatore. Detto ciò i vertici non possono essere tra Sporting e Chelsea perchè Leao ha un ruolo decisivo nella vicenda. Certo, tutte le persone intorno a lui non remano tutti a favore della permanenza a Milano, su tutti Mendes. Da quello che ho capito sarà giugno il mese determinante, a bocce ferme e stagione finita. Se il Milan arrivasse alla finale di Champions il 10, credo che tra il 10 e il 30 giugno si tirerà una riga e si deciderà se sarà rinnovo o addio. Mendes però preme per portarlo a scadenza, quindi restare senza firmare”.

SULLA CHAMPIONS LEAGUE: “Nessuno poteva immaginarsi un cammino del genere da parte del Milan. Forse solo Maldini nei suoi sogni più belli, visto che nei prepartita europei ha spesso sottolienato l’importanza di sognare. Vedremo che succederà. In questo momento la squadra è andata oltre le più rosee aspettative”.

SU THEO HERNANDEZ: “L’ultima tinta è veramente imbarazzante, sembra la capocchia di un fiammifero”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate