ESCLUSIVA – Colombo (CdS): “A Torino formazione più difensiva”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Anche oggi, come ogni giorno dal lunedì al giovedì dalle 16 alle 17, è andato in scena il nostro Talk. Nel corso della trasmissione odierna, è stata nostra ospite, in esclusiva, Monica Colombo, giornalista del Corriere della Sera.

– Leggi QUI le parole di Di Canio sul progetto del Milan –

SUL BILANCIO: “Il rosso si è notevolmente ridotto rispetto agli anni passati ma anche confrontandolo ai passivi di bilancio di Inter e Juventus. La politica societaria sta pagando, come il fatto di puntare sui giovani, inseguendo una politica di abbattimento dei costi, con un tetto degli ingaggi. Mi sembra che questa sia una strada imitabile sia in Serie A che nel resto d’Europa. Poi in Europa ci sono altri club con proprietà arabe che non seguono la medesima politica”.

SU DE KETELAERE: “I suoi problemi mi sembrano soprattutto di natura psicologica. Ha paura di sbagliare, di mettersi al centro del gioco. Non so quale possa essere la cura più adatta, se la panchina o l’utilizzo. Penso più la seconda. A mio avviso più lo escludi, più esplode Brahim Diaz, più lui faticherà ad emergere. Credo che la strada giusta sia insistere, con il passare del tempo si sbloccherà”.

SU TORINO-MILAN: “È corretto dopo questo tour de force, e dopo aver ipotecato il passaggio del turno in Champions, cambiare qualcosa in attacco, per dare riposo ad alcuni e vedere una formazione magari meno offensiva rispetto a Zagabria. Con il Torino può essere una partita ruvida, serve un impianto di gicoo meno spregiudicato. Magari nel ruolo di 10 si potrebbe vedere magari un Krunic, per una formazione meno offensiva”.

 

ASCOLTA QUI L’INTERVENTO INTEGRALE IN ESCLUSIVA DI MONICA COLOMBO DURANTE IL TALK

 

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate