ESCLUSIVA – Pellegatti: “Jovic…metto SV, adesso fuori il discorso mercato”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

L’intervento di Pellegatti nel postpartita di Milan – Udinese sulle scelte “indifendibili” di Stefano Pioli e le prestazioni dei singoli

Carlo Pellegatti è intervenuto in esclusiva nel postpartita di Radio Rossonera da San Siro per commentare la sconfitta sorprendente del Milan in casa contro l’Udinese. Il giornalista ha affrontato i temi più caldi della serata: l’analisi delle scelte di Pioli a partire dalla decisione di mettere dentro Jovic dal 1′ insieme a Giroud e la discussa partita di Rafael Leao uscito anche lui tra i fischi come i compagni. Infine, un cenno su una mossa sbagliata sul mercato. Qui un estratto delle dichiarazioni di Pellegatti dopo Milan – Udinese.

MILAN – UDINESE, PIOLI: “PARTITA PEGGIORE, DOBBIAMO LAVORARE SU TANTE COSE…”

Pioli indifendibile, Jovic non un cavallo da corsa

Carlo Pellegatti ha analizzato in esclusiva la prestazione deludente del Milan contro l’Udinese. In partenza le parole di Stefano Pioli in conferenza stampa sul possibile apporto del ritorno di Zlatan Ibrahimovic: “Secondo qualche collega la risposta su Zlatan Ibrahimovic vuol dire che non lo vuole, però mi sembra che il problema Zlatan sia l’ultimo”. Il giornalista ha poi così commentato le decisioni dell’allenatore rossonero soffermandosi in particolare sulla decisione di far giocare Jovic dal 1′ quasi in tandem con Giroud: “Questa sera Pioli è proprio l’indifendibile, perché il modulo mi ha convinto zero. Mettere un 3-4-3 con Leao largo, Jovic leggermente più spostato a destra e con Krunic. Oggi era una partita chiara in cui serviva Adli. Era chiaro che tra la partita con il Paris Saint Germain e questa era meglio mettere Krunic contro il PSG, ma è una partita in cui avevamo bisogno di un pò di inventiva e costruzione, sono cose che penso io. Soprattutto, nelle pagelle del mio canale Youtube sapete che voto do a Jovic… metto senza voto, perché in questo momento prendersela con lui è sciocco, non è un cavallo da corsa. Questo è incomprensibile, Pioli gli vede durante l’allenamento ma Jovic è questa cosa qui. Okafor non ha giocato una gran partita, anche lui sballottato di qua e di là, però vedi che c’è corre e ci puoi lavorare. Jovic non è in forma”.

MILAN – UDINESE 0-1, LE PAGELLE: LA SQUADRA DI PIOLI ESCE TRA I FISCHI!

Leao o piano 0 del Milan per Pellegatti

Carlo Pellegatti intervenuto ai nostri microfoni nel postpartita su Radio Rossonera ha parlato dei singoli in Milan – Udinese. Il giornalista si smarca dalle critiche a Rafael Leao indicandolo come il giocatore che ha cercato di aprire un squarcio nel buio della serata di San Siro: “Leao lo hanno fischiato e va bene, ma le due cose di calcio che abbiamo visto questa sera sono di Leao, ma gli altri non hanno fatto neanche quello. Adesso prendiamocela con Leao però se non faceva qualche strappo lui era proprio il piano 0 più assoluto”. Pellegatti ha continuato sulla situazione in Serie A: “Adesso c’è la partita di Champions League, però mi dispiace perché a me piace illudermi di vincere il Campionato ma in questo momento 6 punti di distanza, l’allenatore che mi fa una bella partita contro il Napoli e mi cambia tutto il modulo. Cambi i giocatori e lasci i moduli come sono”.

SACCHI: “MILAN, TRA UDINESE E PSG UNA FACCENDA VA CHIARITA”

Pellegatti sulla cessione di Ballo-Touré

Pellegatti ha analizzato anche la scelta di mercato di cedere Ballo-Touré prima di aver trovato il sostituto: “Adesso viene fuori anche il discorso mercato. Non voglio essere noioso e non voglio insistere. Ballo-Touré dovevamo venderlo è vero, ma se c’è l’alternativa e non hai l’alternativa allora devi tenerlo”. Poi il continuo sui singoli del Milan: “I singoli hanno fatto una partita negativa, ma non sono neanche messi in condizione di fare meglio. Stasera c’era proprio una marmellata con Tomori che faceva il Theo Hernandez. Facevi il solito 4-3-3 e cerchi di mettere i giocatori nelle migliori condizioni poi se sono deficitari perderemo. L’Udinese non ha rubato assolutamente nulla attenzione”.

CIOFFI: “MILAN NON IN UN MOMENTO FELICE, MA TORNERÀ ALLA GRANDE”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Pellegatti Milan Udinese

 

Ultime news

Notizie correlate