Tag Archives

2 Articles

Posted by Redazione Rossonera on

Milan Femminile, Rinaldi: la “carta in più” a disposizione di mister Ganz

Milan Femminile, Rinaldi: la “carta in più” a disposizione di mister Ganz

MILAN FEMMINILE, RINALDI – Sabato 21 febbraio, stadio Brianteo, ore 16 circa: il Milan femminile è avanti per una rete a zero sull’Orobica, ma sembra soffrire e non riuscire a rinforzare il risultato. Al 65’ Luana Merli sola davanti a Korenciova sigla il gol dell’1-1: sembra l’inizio di una sciagura per le rossonere, ma quella sensazione si rivela effimera perché pochi minuti prima Lady Andrade ha lasciato il campo per Deborah Salvatori Rinaldi. Ed è da qui che dilaga il talento.

La numero 22 rossonera impiega meno di 2 minuti a ribaltare la situazione, e alla prima palla utile trafigge Pilato segnando il 2-1: veloce, fulmineo ed entusiasmante. La sua esultanza è contagiosa, regala nuova linfa alle compagne, cambia le carte in tavola e soprattutto l’inerzia della partita, poi vinta con il risultato finale di 4-1.

Deborah Salvatori Rinaldi, classe 1991, è certamente una delle giocatrici più interessanti tra gli arrivi in casa Milan femminile nella finestra di mercato estiva: numero 22 sulla maglia a strisce rossonere -dettaglio che già in sé richiama alla memoria buoni ricordi-, esperienza di lunga data in Italia e non solo, personalità da vendere, tempismo, agilità ed intuizione. Un connubio di elementi di cui la squadra ha sentito il bisogno già lo scorso anno, a causa di un attacco senza dubbio formidabile, ma lacunoso in fatto di cambi all’altezza.

La “carta in più” -come lei stessa si definisce- è ciò che finora ha regalato una marcia diversa al Milan proprio nel momento in cui ce n’era più bisogno. Non è certamente un caso che anche al debutto in campionato a Roma il primo gol sia arrivato al 69’, tre minuti dopo l’entrata in campo di Rinaldi: la numero 22 con il suo movimento sul primo palo ha “portato via” il difensore e liberato lo spazio per Nora Heroum, bravissima nell’inserimento per realizzare il gol dell’1-0. Nell’ultima gara Milan-Orobica il suo operato è ancora più evidente, grazie alla firma sul gol del 2-1 che ha avviato la goleada rossonera.

L’importanza del ruolo di Rinaldi inoltre è anche di natura tattica: la sua entrata in campo riesce a cambiare le carte in tavola e far perdere i riferimenti agli avversari grazie alla ridisposizione tattica della squadra, che dal 4-3-3 iniziale arriva a disegnare un 4-4-2, portando in avanti la coppia Giacinti-Rinaldi, duo dalle smisurate potenzialità.

«Sono un attaccante diverso da Vale (Giacinti, ndr), e quindi mi piace pensare che abbiamo una carta in più» ha infatti dichiarato Rinaldi nel post Milan-Orobica, con il benestare di mister Ganz, che apre alla possibilità di vedere la coppia titolare, prima o poi.

E anche sull’essere soddisfatta del ruolo ricoperto in queste due partite Deborah non nasconde umiltà ed ambizione: «Mi piace mettere in difficoltà l’allenatore, in senso buono. È una mia caratteristica quella di essere una carta in più, però ovviamente entrare tra le titolari credo sia l’ambizione di tutti i calciatori, e forse è proprio quella ambizione che fa mettere in campo il “di più”»

Così Alessandro Pennestri, responsabile Italia della LTA Agency ltd che segue moltissime calciatrici professioniste in giro nel mondo: «Di Deborah conosciamo le qualità, sappiamo che una delle sue forze è proprio quella di accettare le sfide e motivarsi nel perseguire i propri obiettivi, quindi siamo sempre stati fiduciosi. Per la sua stagione come per il futuro professionale, siamo convinti che le qualità tecniche ed umane alla fine paghino sempre, serve solo pazienza e molta disciplina. Ormai il calcio femminile anche in Italia ha connotati professionali che trascendono il campo e vedono le calciatrici sempre più atlete nel loro quotidiano. In questo Deborah ha mostrato sempre grande maturità e professionalità».

Photo Credits: AcMilan.Com

Lucia Pirola

Posted by Redazione Rossonera on

Calciomercato Milan Femminile: inizia l’era Ganz tra rinnovi, addii e nuovi acquisti

Calciomercato Milan Femminile: inizia l’era Ganz tra rinnovi, addii e nuovi acquisti

CALCIOMERCATO MILAN FEMMINILE – La nuova stagione calcistica 2019-2020 del Milan Femminile è ormai alle porte e la rosa a disposizione di mister Maurizio Ganz sembra prendere forma giorno dopo giorno, alternando importanti colpi di mercato in uscita e in possibile entrata. In previsione del 24 luglio, giorno in cui si apriranno le attività della squadra femminile con le visite mediche e i primi test fisici, ricapitoliamo le possibili evoluzioni di mercato del Milan Femminile.

Negli ultimi giorni i movimenti più discussi di mercato sono stati quelli in uscita: Thaisa Moreno è stata la prima giocatrice ad ufficializzare la sua dipartita dal Milan Femminile, seguita da Manuela Giugliano e da Camelia Ceasar, mentre la prossima giocatrice in odor di cambiamento potrebbe essere Lisa Alborghetti. Nessuna notizia certa sul futuro di Daniela Sabatino, con una possibilità di vederla il prossimo anno lontano dai colori rossoneri.

La conformazione della rosa per la prossima stagione calcistica inizia invece a prendere forma a partire dai rinnovi, tra cui spiccano nomi di alto rango: Giacinti e Fusetti sono tra le giocatrici più utilizzate nella scorsa stagione che proseguiranno la propria carriera sportiva in rossonero, affiancate da Francesca Zanzi, Raffaella Manieri e Mia Bellucci. Ancora non ufficiale ma probabilmente ben avviato è anche il rinnovo di Maria Korenciova, volta a difendere i pali del nuovo Milan Femminile.

Il reparto più scoppiettante sembra però essere quello degli arrivi in rossonero, dove numerosi sono i nomi atti a rimpolpare tutti i settori del campo. Partendo dalla retroguardia, il parco portieri del Milan Femminile potrebbe essere rinvigorito dall’arrivo di Alessia Piazza, classe ’98, in uscita dal Tavagnacco, con cui ha disputato un’ottima stagione prima dell’infortunio al crociato rimediato a novembre 2018. Nel reparto difensivo i nomi caldi sono quelli della ventottenne norvegese Stine Hovland e dell’ex Atalanta Mozzanica Francesca Vitale, trattative in entrambi i casi in stato avanzato. Tra centrocampo e reparto offensivo gli obiettivi del Milan Femminile sembrano essere diversi, alternando nomi italiani a profili internazionali: Lady Andrade è la giocatrice già nota per i passati tentativi di portarla in rossonero, e finalmente potrebbe essere la stagione giusta per portare in Italia le sue indubbie qualità; nel reparto centrale destano interesse anche i nomi di Lidija Kulis, bosniaca classe ’92, e di Refiloe Jane, centrocampista sudafricana reduce dalla Coppa del Mondo femminile con la sua nazionale. Nel reparto offensivo continua a avere rilievo il nome di Deborah Salvatori Rinaldi, attaccante classe ’91 che ha disputato l’ultima stagione con il Florentia. Da seguire nei prossimi giorni l’effettivo svolgimento finale delle trattative, per dare sempre più una solidità competitiva alla rosa a disposizione di mister Ganz.

A fronte dei movimenti di mercato, molta è stata la polemica recente legata ai trasferimenti in uscita dal Milan Femminile, certamente non di poco conto finora, specie pensando all’altissimo livello qualitativo del centrocampo rossonero nella stagione passata. I trasferimenti finora annunciati, tuttavia, sono sembrati sostanzialmente inevitabili, poiché dettati dalla netta volontà delle giocatrici stesse. Infatti, secondo le normative dei dilettanti -sotto cui ricade il calcio femminile in Italia-, ciò che ad inizio stagione viene stipulato con le giocatrici non è un vero e proprio contratto, ma un accordo economico, nella maggior parte dei casi della durata di un solo anno. Al termine della stagione, ovvero sia il 30 di giugno, l’accordo scade, e a dettare il futuro delle giocatrici è sostanzialmente la volontà di ciascuna di esse: è possibile rinnovare il contratto con il medesimo club, ma è altrettanto possibile scegliere un nuovo club di destinazione in base alle offerte ricevute. Per questo motivo non è corretto parlare di “cessioni” in ambito di calcio femminile, ma si può tuttalpiù discutere di trasferimenti. Nell’eventualità in cui una giocatrice fosse determinata a sposare un nuovo progetto, il club potrebbe provare a trattare il rinnovo, seppur senza impugnare reali vincoli: in casa Milan Femminile è stato sostanzialmente questo l’andamento della trattativa con Manuela Giugliano, giocatrice dal valore inestimabile e che ha deciso di sposare il progetto della Roma Femminile nonostante i tentativi mossi dal club rossonero.

Photo Credits: AcMilan.com

Lucia Pirola

en_USEnglish
it_ITItalian en_USEnglish