Bologna-Milan, le parole dei protagonisti

Bologna-Milan, le parole dei protagonisti

BOLOGNA-MILAN 2-3, PIOLI: “VITTORIA MERITATA, MA PENSIAMO GIA’ AL SASSUOLO. CHE BELLO SALUTARE SINISA”

L’aria di casa ha portato fortuna, vittorie e sorrisi a Stefano Pioli, che dopo Parma sbanca anche Bologna, altra squadra allenata nel recente passato. Il tecnico rossonero, a fine gara, esordisce però su uno dei momenti più belli della serata, l’abbraccio con Sinisa Mihajlovic: “Ero commosso e felice di salutarlo, avrei voluto abbracciarlo ma mi ha detto che era meglio di no – ha detto Pioli -. E’ stata una bella emozione, molto toccante, sono contento di averlo ritrovato sul campo. Sapevo che con lui in panchina sarebbe stata più difficile”.

Nell’analizzare la gara, il mister ha spiegato: “Abbiamo fatto una bellissima partita, sia noi che il Bologna. La nostra maggior qualità è stata decisiva, ma questi tre punti non cambiano nulla. Oltre ai tre punti, ci portiamo a casa sensazioni positive e consapevolezza delle nostre qualità e del fatto che, giocando da squadra, possiamo fare prestazioni come questa. Non dovevamo soffrire così tanto e cercare di chiuderla prima, ma ho visto spirito di squadra e voglia di sacrificarsi assieme da parte della squadra, oltre alla qualità che non ci manca”.

Sollecitato sui singoli, Pioli ha elogiato Piatek – “E’ un punto di riferimento importante, ha tenuto tante palle e vinto molti duelli, esce da questa partita con più convinzione e fiducia” – ma non solo: “Bennacer e Bonaventura sono giocatori che sanno trovare spazi e smarcarsi, anche Chala, Suso e Kessie si sono mossi bene ed i due difensori centrali hanno fatto girare bene il pallone e creato superiorità numerica. Quanto a Theo Hernandez, ha tempi di gioco importanti in fase offensiva, grande fisicità ed un piede educato. Nelle prime partite l’avevo fatto partire troppo alto, invece da dietro riesce a spaccare le difese. Per sfruttarne al meglio le caratteristiche, dobbiamo cercare di alzare il baricentro ed avere il predominio del campo”.

Ed a chi gli chiede se il suo Milan può tornare a lottare per obiettivi prestigiosi, Pioli risponde senza giri di parole: “Il nostro unico obiettivo è la partita di domenica prossima con il Sassuolo. Sarà una sfida difficile, ho visto la partita con il Cagliari e giocano davvero un ottimo calcio”.

A fine gara ha parlato anche Krystof Piatek, tra i migliori in casa rossonera. “Non contano le prestazioni dei singoli, ma la vittoria ed il gruppo – ha detto il Pistolero polacco -. Non so se torniamo in corsa per l’Europa, siamo concentrati sulla prossima partita che è il nostro unico obiettivo in questo momento. Finalmente sto meglio, la mia prima parte di stagione è stata molto complicata soprattutto dal punto di vista fisico”.

Enrico Aiello

Photo Credits: AcMilan.com


en_USEnglish
it_ITItalian en_USEnglish