Titolari e riserve: se il Milan è arrivato fino a qui il merito è di tutti

0 cuori rossoneri

“Se noi siamo arrivati qui, a giocarci fino all’ultima giornata lo Scudetto, è soprattutto grazie a chi ha giocato meno, perché non ha mancato mai di disponibilità, di professionalità o di rispetto nei miei confronti e nei confronti della squadra”. Così ieri sera Stefano Pioli ha voluto concludere la conferenza stampa che ha seguito il successo casalingo del Milan contro l’Atalanta. Non posso che trovarmi in totale accordo con l’allenatore. In un campionato punto a punto come quello di questa stagione, ogni risultato è decisivo. È assolutamente giusto che i giocatori simbolo di questo Milan si prendano le luci della ribalta. Senza giocatori come Leao, Tonali, Theo Hernandez saremmo qui a parlare di tutt’altro, ma credo sia giusto dare merito a tutti quelli che hanno contribuito a portare il Milan là dove è adesso.

Il primo premio di riserva decisiva se lo prende senza dubbio Pierre Kalulu. Lo so che definirlo “riserva” è un pochino improprio, ma nessuno poteva aspettarsi ad inizio stagione che i rossoneri avrebbero terminato con il francese sempre in campo. L’impatto del classe 2000 è stato assolutamente devastante. È sempre difficile quantificare quanti punti ti ha regalato un difensore, ma almeno i tre punti contro l’Empoli gli si possono attribuire di diritto. La sua splendida rete da fuori ha fissato il punteggio sul definitivo 1-0. Riguardo l’aspetto difensivo sono altri i numeri che parlano per lui: il Milan ha la miglior difesa del campionato, alla pari con il Napoli. Nelle ultime 10 di Serie A, la coppia Kalulu-Tomori ha concesso solo due reti, il dato migliore di tutta Europa in questo lasso di tempo.

La giusta importanza va data anche a chi, invece, ha proprio giocato meno da un punto di vista del minutaggio. L’uomo meno utilizzato in assoluto in campionato (escluso Stanga, che ha calcato il terreno di gioco solo per 4 minuti) è Samuel Castillejo. Eppure, nonostante i soli 141 minuti di impiego, anche lui ha messo la firma sulla stagione. Il suo ingresso contro l’Hellas all’andata è stato determinante. Con la sua freschezza ha portato imprevedibilità all’attacco rossonero aiutando i suoi a recuperare i due gol di svantaggio e propiziando poi l’autogol del definitivo 3-2. Le lacrime di commozione del ragazzo al triplice fischio sono per me una delle immagini più belle di questa stagione. A mio parere in quella sfida fu l’MVP e quindi mi sento di poter attribuire a lui quei tre punti.

Qualche minuto in più è stato concesso a Daniel Maldini. Il figlio e nipote d’arte ha addirittura avuto due chance dal primo minuto: nella già citata sfida con l’Hellas Verona (quando fu sostituito all’intervallo proprio da Castillejo) e contro lo Spezia. Proprio in terra ligure il giovane trequartista si è regalato ed ha regalato a tutti i tifosi rossoneri una grandissima emozione, trovando la sua prima rete da professionista. Sotto gli occhi orgogliosi di papà Paolo, Daniel è diventato il terzo Maldini a realizzare una rete con la maglia del Milan.

Ultimo, ma non per importanza, mi sento di citare Ciprian Tatarusanu. Il secondo portiere rossonero ha avuto il compito, decisamente non facile, di sostituire Mike Maignan durante il suo stop per infortunio. Il Nazionale rumeno ha fatto qualche imprecisione nelle 6 partite che ha giocato (come l’uscita sbagliata in occasione dell’1-0 contro la Fiorentina) ma si è anche reso autore di una giocata fondamentale: nel derby di andata, finito 1-1, ha neutralizzato un calcio di rigore a Lautaro Martinez. Una parata che potrebbe rivelarsi davvero decisiva visto l’epilogo molto equilibrato che sta avendo la stagione.

E questi sono solo alcuni: si potrebbe benissimo parlare anche dei vari Krunic o Florenzi, giusto per citarne altri due. Insomma, possiamo dire che il Milan non avrà la rosa più forte o quella più lunga, ma personalmente credo che abbia una delle più affidabili.

Photocredit: acmilan.com

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live