È il caso di insistere con la timidezza di De Ketelaere? L’opinione del giornalista

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

In un editoriale sulla Gazzetta dello Sport, il giornalista Sebastiano Vernazza ha parlato del match tra Milan e Juventus, fondamentale per entrambe le squadre… e per De Ketelaere.

“Le partite di Champions hanno cambiato le percezioni, il Milan è stato demolito dal Chelsea e la Juve si è divertita contro il Maccabi Haifa, in discesa uno e in ascesa l’altra, ma domani a San Siro rischierà di più la Juve, non fosse altro che per banali questioni di classifica. Il Milan è quarto con la Lazio, quattro gradini sopra la Juve settima. Una sconfitta renderebbe minime le speranze juventine di riagganciare il treno scudetto, le trasformerebbe in velleità. La Juve non ha scelta, deve vincere se non vuole condannarsi a un altro campionato di resistenza nella trincea della qualificazione alla Champions. Non possiamo fidarci delle due vittorie consecutive contro il Bologna e il Maccabi, avversari morbidi tra Serie A ed Europa. La Juve ha bisogno di un risultato forte che certifichi la sua risalita, per ora soltanto apparente. Le serve la sostanza di una vittoria impegnativa. Il Milan ha un’identità precisa, il gioco è riconoscibile e costante. Risente della qualità delle prestazioni degli interpreti, a Londra serataccia per molti, e della tempesta perfetta che si è abbattuta su Milanello in tema di infortuni.”

LEGGI QUI ANCHE   -INFORTUNATI MILAN: DUE GIOCATORI FISSANO LA DATA DEL RIENTRO-

“La Juve è immersa nella variabilità di Massimiliano Allegri, l’allenatore continua a mischiare uomini e sistemi, in una specie di sperimentazione continua. La Champions inganna, Chelsea e Maccabi non sono comparabili, e quanto a possibilità di qualificazione agli ottavi, il Milan è messo meglio rispetto alla Juve. Stefano Pioli dovrebbe recuperare Theo Hernandez ed è un peccato che non ci sia Angel Di Maria per squalifica. I due si sarebbero incrociati sulla stessa fascia e ne sarebbe uscito un duello ad alta gradazione. Allegri riproporrà la formula 2, il doppio centravanti Vlahovic-Milik. Pioli si chiederà forse se sia il caso di insistere con la timidezza di De Ketelaere, nell’auspicio che evolva in sfrontatezza, o di ripuntare sui turbinii di Brahim Diaz. Nella transizione dalla Champions al campionato l’Inter cerca conferme a Reggio Emilia contro il Sassuolo, trasferta da maneggiare con cura per i precedenti storici – il Sassuolo ha vinto otto delle 18 partite di Serie A contro l’Inter – e per evitare che l’effetto della vittoria contro il Barcellona duri quanto un fiammifero. Simone Inzaghi, come Allegri, ha la necessità fisica dei tre punti per non precipitare nella mediocrità.”

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Charles De Ketelaere
Photocredits: acmilan.com

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate