Dortmund-Milan, Toni: “Troppi errori, da lì un attaccante deve segnare”

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Toni piuttosto duro su Milan e Giroud nel postpartita di Dortmund-Milan. I rossoneri ancora a secco dopo due partite nel girone.

Intervenuto ai microfoni di Amazon Prime Video, l’ex attaccante di Fiorentina e Nazionale Luca Toni ha commentato il pareggio a reti bianche tra Milan e Borussia Dortmund. I ragazzi di Pioli, per la seconda volta consecutiva nel girone, non sono riusciti ad valicare il muro tedesco, fallendo a ripetizione numerose nitide occasioni da gol. Un Milan che, un po’ come nella serata contro il Newcastle, è apparso incapace di segnare e di sbloccare il risultato nelle sfide europee.

DORTMUND-MILAN, LE PAGELLE SUI GIORNALI: CHE BOCCIATURE IN ATTACCO!

Dortmund-Milan: quanti errori!

Per Luca Toni, è stata una partita piuttosto diversa tra primo e secondo tempo:

“Nel secondo tempo sembrava tutto molto tranquillo, tutte e due le squadre rischiavano poco. Poi, la partita si è accesa negli ultimi minuti, soprattutto per quanto riguarda il Milan, che ha fatto veramente delle ottime azioni in contropiede. Poteva rischiarsela un po’ prima.”.

Un Milan che, nei minuti finali, approfittando della stanchezza del Borussia Dortmund, è riuscito a creare una serie di occasioni per sbloccare il risultato. La qualità in campo, tuttavia, sembrava maggiore:

“Il Milan aveva le qualità e le caratteristiche per mettere in difficoltà gli avversari, perché questo Borussia è forte in casa, ma stasera per merito del Milan non mi è sembrato così forte. Si poteva far di più, sicuramente si poteva fare gol. Se hai queste occasioni, un giocatore la deve buttare dentro”.

La stoccata finale di Toni è certamente rivolta al comparto offensivo rossonero, soprattutto nei casi di Chukwueze e Giroud, autori di errori da matita blu sottoporta.

SEEDORF: “MILAN, COSI’ E’ UN PO’ A CASO! PERCHE’ QUESTA TATTICA?”

Giroud, che combini?

Nel post partita, dopo il fischio finale di Dortmund-Milan, Toni ha commentato in particolare l’errore da due passi di Oliver Giroud che, anche a causa dell’azione di disturbo involontaria operata da Theo, ha calciato sorprendentemente fuori nel finale di primo tempo.

“Questa (l’azione di Giroud, ndr) è la più clamorosa, perché poteva far meglio. Ha voluto calciare ed era davanti al portiere, forse pensava di essere in fuorigioco, ma da lì un centravanti deve fare gol.”.

Poi, però, le critiche al bomber francese vengono in parte ridimensionate:

“Lui la partita la fa sempre, perché è uno che lotta, che aiuta la squadra. Chiaramente da lui ci si aspettano anche i gol e questa è un’occasione che poteva far svoltare la partita”.

ZOLA: “GIROUD, VOGLIO DI PIU’. DORTMUND? DEVO ESSERE SINCERO…”

Il girone dopo Dortmund-Milan

Anche a causa della vittoria del Newcastle con il PSG, la situazione del Milan dopo il pareggio contro il Borussia Dortmund appare complessa. In particolar modo, l’importante è cambiare rotta dal punto di vista dei gol fatti:

“È un peccato perché il Milan in queste due partite di Champions si è dimostrato migliore della squadra avversaria e purtroppo si ritrova solo con due punti. Deve far riflettere, però, questa cosa”.

Sfortuna, sì, ma anche critica: per Toni la sorte non ha sorriso al Milan in questi primi 180 minuti di Champions (e nemmeno durante il sorteggio), ma il cinismo sottoporta è un aspetto certamente da migliorare.

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

dortmund milan

Ultime news

Notizie correlate