Dortmund-Milan, retroscena su Giroud: “Ma cosa stava facendo?!”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Un curioso siparietto tra Giroud e Marco Reus durante Dortmund-Milan: la reazione degli inviati di Prime Video

Ieri sera si è giocata Borussia DortmundMilan, gara valida per la seconda giornata del girone F di Champions League, con i rossoneri che per un’altra volta non hanno trovato rete in campo europeo. Come nella partita di San Siro contro il Newcastle, anche in Germania la squadra di Stefano Pioli ha trovato uno 0-0 figlio di tante occasioni sprecate, che lascia parecchio rammarico nell’ambiente. Durante Dortmund-Milan, però, tra un ribaltamento di fronte e l’altro si è verificato un simpatico episodio tra Olivier Giroud e Marco Reus, evidenziato nel post partita da Prime Video.

DORTMUND-MILAN 0-0, LE NOSTRE PAGELLE: TOMORI UN MURO, DELUDE GIROUD

Ma cosa voleva fare?

Siamo al minuto 25 del primo tempo: l’attaccante del Milan riceve palla, Emre Can cerca l’anticipo in scivolata. Nonostante il tocco sul pallone, finisce per franare contro la gamba del numero 9. Il fallo è evidente, e per questo il tedesco viene ammonito dall’arbitro Marciniak. Appena dopo l’estrazione del cartellino giallo, si verifica una scenetta davvero particolare. Con Giroud steso a terra, Reus tenta di slacciargli la scarpa… Il motivo non è chiaro, ma nel post partita non è certamente sfuggito a Prime Video e alla sua conduttrice Giulia Mizzoni:

“C’è quest’entrata di Emre Can, con Giroud che va a terra. Poi Reus praticamente gli slaccia la scarpa… Non so se fa finta di andarsi a preoccupare delle sue condizioni. Si nota proprio la stringa slacciata”.

Un retroscena tanto simpatico che fa scoppiare a ridere il parterre de rois formato da Zola, Toni e Seedorf. A commentarlo è l’ex Chelsea:

“L’avevo notato! – dice Zola. Non riuscivo a capire che cosa stesse facendo (ride, ndr). Non riuscivo a capire quali fossero le sue intenzioni, magari gliele voleva legare una all’altra”. Toni scherza: “Magari fargli un nodo…”.

A chiudere il discorso è Mizzoni stessa:

“Sarebbe stato sicuramente divertente, volevamo sdrammatizzare un po’ con questa curiosità”.

SEEDORF: “MILAN, COSÌ È UN PO’ A CASO! PERCHÉ QUESTA TATTICA?”

La partita di Oli

Una serata difficile per Giroud quella di ieri, al di là dell’episodio con Reus. L’attaccante rossonero ha ricevuto pochi palloni giocabili e davanti alla porta è stato poco freddo, come in occasione del tiro ravvicinato del primo tempo su sviluppo di calcio d’angolo. I giornali con lui questa mattina sono stati severi. Per La Gazzetta e il Corriere dello Sport, la sua prova è da 5. Addirittura 4.5, invece, il voto di Tuttosport. Anche Zola e Toni, ieri a bordocampo, hanno parlato della prestazione del francese:

Toni: “Lui la partita la fa sempre, perché è uno che lotta, che aiuta la squadra. Chiaramente da lui ci si aspettano anche i gol e questa è un’occasione che poteva far svoltare la partita”.

Zola: “Quando le partite sono così di transizione, così come è stata quella del Milan oggi, un giocatore come Giroud soffre un attimino. Ci sta che sia un po’ dispiaciuto, avrebbe voluto sicuramente dare di più. Si starà rammaricando per quell’occasione che ha avuto, che solitamente lui non sbaglia”.

DORTMUND-MILAN, LE PAGELLE SUI GIORNALI: CHE BOCCIATURE IN ATTACCO!

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

retroscena giroud dortmund milan

Ultime news

Notizie correlate