Dortmund-Milan, Pioli: “Bastava poco oggi ma non molliamo! Leao mi è piaciuto”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervistato nel postpartita di Borussia Dortmund-Milan, tutta la delusione del tecnico rossonero Stefano Pioli per la mancata vittoria

Borussia Dortmund-Milan è appena terminata con il risultato di 0-0. Tante occasioni per i rossoneri per vincere la partita nel secondo tempo, ma purtroppo sono ancora troppi gli errori sotto porta. Dopo 2 giornate di Champions, il Diavolo è ancora a secco di reti e di vittorie, dunque bisognerà reagire nella doppia sfida contro il PSG (oggi sconfitto 4-1 a Newcastle). Intervistato nel postpartita di Borussia Dortmund-Milan, ecco tutta la delusione del tecnico rossonero Stefano Pioli.

DORTMUND-MILAN, LE FORMAZIONI UFFICIALI: PIOLI COI FEDELISSIMI! POBEGA TITOLARE

Le parole di Pioli a Prime

“È mancata efficacia. Il primo tempo ci è mancata anche un po’ di pulizia tecnica, potevamo controllare meglio la partita. È un peccato non segnare ancora una volta in Champions. È stata la classica partita da Champions. Abbiamo avuto noi le occasioni più importanti, ma non siamo riusciti a segnare”.

È un Milan più europeo?

“Non siamo né europei né italiani, c’è un Milan che ha le sua caratteristiche”.

Il primo tempo si poteva aggredire di più?

“L’intenzione era quella, ma abbiamo gestito male il pallone e dato loro possibilità di prendere ritmo. I nostri avversari hanno giocato con forza e qualità. Noi abbiamo giocato un ottimo secondo tempo, con occasioni importanti purtroppo non sfruttate al meglio”.

DORTMUND-MILAN, LEAO: “IL NOSTRO OBIETTIVO NON CAMBIA! OGGI E’ MANCATO QUESTO”

Le dichiarazioni a Sky

Un po’ deluso? “Volevamo vincere, sapevamo delle difficoltà e le abbiamo incontrate. Nel primo tempo non siamo stati precisi a livello tecnico, nella ripresa però abbiamo avuto tante occasioni da gol ma non ci siamo riusciti”.

Cosa è mancato? “Ci è mancata precisione sotto porta. Abbiamo avuto occasioni che bastava poco per sbloccare la partita, ma è anche vero che loro ci hanno creato difficoltà. È stata la classica partita di Champions contro un avversario tosto, abbiamo risposto pallone su pallone. Dobbiamo continuare a guardare avanti con fiducia. Sapevamo del girone così complicato, c’è stato un risultato a sorpresa ma non vuol dire che possa essercene anche uno a nostro favore”.

Come lo vivete questo girone? “Lo viviamo con grande concentrazione, sapendo che non si può sbagliare un colpo. Sarà una qualificazione difficile, ci sono squadre di alto livello e paragonandole a quelle degli altri gironi il nostro è il girone più alto a livello di qualità e di prestigio di club. Pensiamo al Genoa, poi ci prepareremo al doppio confronto col PSG”.

Non ti fa arrabbiare Leao quando gioca palla indietro? “Credo che Rafa abbia fatto un’ottima partita. Ci si aspetta sempre che faccia cose eccezionali, gli si può concedere anche qualche errore, qualche scelta sbagliata. È stata una spina nel fianco per la loro difesa, è stato molto penetrante, ha saltato spesso l’uomo. Poi chiaro che il non vincere queste due partite di Champions ci lascia rimpianti. Dobbiamo migliorare quelle situazioni che in Champions non ci vedono ancora così cinici e concreti sotto porta perché la prestazione c’è stata. Dobbiamo assolutamente insistere per cercare di crescere ancora”.

DORTMUND-MILAN 0-0, LE PAGELLE: TOMORI UN MURO, DELUDE GIROUD

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Dortmund Milan Pioli

Ultime news

Notizie correlate