L’ex portiere: “Donnarumma, non puoi! Milan in scia, se la giocherà”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

L’ex portiere si rivolge al giovane collega Donnarumma prima di passare all’analisi su Milan e corsa Scudetto

Oltre 350 presenze in Serie A, oltre 600 volte in porta tra i professionisti, chi meglio di Stefano Sorrentino può dare consigli a portieri in crescita come Gianluigi Donnarumma? Specie quando, come si è evidentemente notato di recente, si trova in difficoltà. Ai microfoni di TMW Radio, l’ex estremo difensore (tra le altre) di Chievo e Palermo si è espresso sulle critiche mosse all’ex Milan e proprio sui rossoneri, secondo la sua opinione ancora coinvolti nella corsa Scudetto con Inter e Juventus. Di seguito, la sua intervista.

PAGLIUCA ATTACCA PESANTE: “MAIGNAN PROTETTO, DONNARUMMA DENIGRATO!”

Ha ragione Pagliuca?

Pagliuca dice che Donnarumma è vittima di una campagna di stampa denigratoria…

“In parte ha ragione. Parliamo di uno dei portieri più forti in circolazione, ne parliamo da tanti anni ma ha debuttato a 16 anni e sembra già vecchio. A lui non si risparmiano le critiche, perché essendo uno dei più forti non gli perdonano poi il fatto di essere andato via dal Milan a zero, senza riconoscenza. Al primo errore sono lì col fucile pronti a sparargli. Può crescere ancora tantissimo ma in questo momento si è fermato, almeno dall’Europeo. E per come sta cambiando il ruolo del portiere e per il tipo di portiere che sei, non ti puoi fermare. Ogni tre giorni c’è un esame e bisogna dimostrare qualcosa”.

ANCORA MALE DONNARUMMA: INTERVENTO KILLER E ROSSO DOPO 10 MINUTI!

Milan e Titolo

Domani sera andrà in scena Juventus-Napoli, che sfida vede?

“Il Napoli ha dei giocatori che gli permettono di stare tra le prime quattro. E’ vero che solo i nomi non ti portano da nessuna parte, con Mazzarri sono altalenanti come Garcia. Forse però bisogna fare una riflessione sui giocatori, forse qualcuno ha la pancia piena. Bisogna resettare tutto e ripartire. Se i risultati rimangono gli stessi, non è solo un problema di allenatore”.

Milan contro l’Atalanta: ci dirà se i rossoneri rimarranno in scia alle migliori?

“Ha perso troppi punti strada facendo. Per me può rimanere in scia, con i nomi che ha di sicuro. Ha avuto troppi infortuni e questo è un grosso handicap, ma per me Inter, Milan e Juve si giocheranno lo Scudetto. L’Atalanta l’ho vista male a Torino, bisogna capire il perché. E lo vedremo a San Siro”.

RAIOLA TRA ROMAGNOLI, DONNARUMMA, BENNACER E IBRAHIMOVIC: FRECCIATINA A MALDINI?

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate