Donnarumma scaricato dal Milan? Ordine smentisce: “Andò così”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Arriva già la prima smentita: per Franco Ordine, la versione di Raiola sull’addio di Donnarumma al Milan non è veritiera

Non trova conferme la versione di Enzo Raiola sull’addio di Donnarumma al Milan. A poche ore dalla prima volta, a 8 anni esatti dall’esordio, contro la sua ex squadra, è stato Franco Ordine a prendere la parola e a smentire l’intervista del procuratore del portiere di Castellamare di Stabia. Con un tweet, Ordine ha spiegato cos’è successo veramente nell’estate del 2021, quando Donnarumma si avvicinava inesorabilmente alla scadenza del suo contratto con il Milan.

La versione di Raiola sull’addio di Donnarumma al Milan

E’ stato il quotidiano Tuttosport ad intervistare questa mattina Enzo Raiola, agente di Gianluigi Donnarumma, per chiedergli di raccontare cosa è successo veramente nel 2021 quando il portiere lasciò il Milan a parametro zero per andare a giocare in Francia, al PSG. Di seguito, uno stralcio dell’intervista:

“Gianluigi non ha voluto lasciare la squadra che lo aveva cresciuto. Però ha chiesto che il Milan avesse ambizione. Purtroppo i risultati scarseggiavano, c’erano casini e siamo arrivati alla fine della storia. Dopo l’arrivo del fondo Elliott l’input era quello di sistemare le casse societarie, ma, nonostante tutto, abbiamo avuto tanti appuntamenti per parlare del rinnovo. E l’unica cosa che Mino ha sempre messo in chiaro è stata questa: “Il ragazzo a zero non ve lo porteremo mai via, ma vorrebbe che il Milan centrasse la qualificazione in Champions”. Noi siamo andati più volte a Casa Milan e loro sono venuti una volta a Montecarlo e i rapporti erano tranquilli. Almeno fino a quello che è successo a Genova…”.

“Il Milan aveva giocato il giorno prima col Benevento e io e Mino eravamo a Genova, dove ci sarebbe stata Samp-Roma, per incontrare Tiago Pinto. Contestualmente, abbiamo fissato un altro appuntamento, nella saletta privata di un hotel vicino all’Acquario, con Maldini e Massara. Nella testa di Mino c’era l’idea di fare un punto perché il Milan non aveva ancora to successo, ci disse “No, io in Italia non ci voglio giocare più. Alla Juve ci sarei andato solo se il Milan non fosse andato in Champions e dalla mia cessione ci avrebbe guadagnato, quindi ora io in Italia non ci voglio giocare più“. Aspetta, aspetta e poi il Milan non ha voluto aspettare lui. Questa è la verità”.

“OCCHI E FARI PUNTATI”: PSG-MILAN, LA VIGILIA DI DONNARUMMA

La ricostruzione di Ordine

Con un tweet pubblicato questa mattina sul suo profilo ufficiale, il giornalista Franco Ordine ha smentito la versione di Enzo Raiola, raccontando la verità sull’addio al Milan di Gianluigi Donnarumma nell’estate del 2021. Di seguito, il tweet:

È una narrazione inesatta. Sappiamo come andò: 1) GD promesso a Paratici:2) telefonate di protesta di MR per i colloqui chiesti al ragazzo;3) salta Paratici, Raiola chiede colloquio a MM e gli dicono, preso Maignan. GD parte per il ritiro azzurro da disoccupato.Poi spunta il PSG

In scadenza di contratto con il Milan, secondo il giornalista, Gianluigi Donnarumma è a tutti gli effetti promesso sposo di Fabio Paratici e della Juventus. Con il passare delle ore, dei giorni e delle settimane e l’avvicinarsi della fine dell’accordo con il club, il Milan chiede continuamente colloqui al ragazzo, colloqui che non vengono mai di fatto effettuati. E’ paradossalmente addirittura Mino Raiola a protestare con la società per le continue richieste al giocatore. Una volta saltata la bozza di accordo con la Juventus, è lo stesso Raiola a chiedere questa volta un colloquio con Paolo Maldini e Ricky Massara, colloquio durante il quale l’ex coppia di dirigenti del club di via Aldo Rossi comunica al giocatore e al suo entourage di aver già acquistato Mike Maignan dal Lille. Il rapporto tra il Milan e Donnarumma finisce qui, con Gigio che parte per il ritiro della Nazionale pre-Europeo: solo dopo spunta il Paris Saint-Germain, quella che è tuttora la squadra del portiere di Castellamare di Stabia.

PSG-MILAN, DONNARUMMA IN CONFERENZA: “GRAZIE PER SEMPRE MA GUARDO AVANTI! AI TIFOSI DICO CHE…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

ordine donnarumma milan raiola

Ultime news

Notizie correlate