Donnarumma «uomo piccolo», Trevisani: “Una fortuna conoscerlo”

I più letti

Intervenuto a Fontana di Trevi, Riccardo Trevisani ha detto la sua anche riguardo il passaggio di Donnarumma dal Milan al PSG

Durante l’episodio di ieri di Fontana di Trevi andato in onda sul canale Youtube di Cronache di Spogliatoio Riccardo Trevisani ha lungamente parlato e difeso l’ex Milan Gianluigi Donnarumma. Per il telecronista aver avuto lui e Buffon a distanza di 20 anni è stata una fortuna incredibile, per la quale dovremmo ringraziare. Inoltre dice la sua sul passaggio del numero 1 della nazionale dal Milan al PSG, spiegando come il problema non sia stato tanto lui, quanto chi gli dava i consigli

Un’incredibile fortuna

Riccardo Trevisani, in onda su Cronache di Spogliatoio, precisa che l’Italia dovrebbe sentirsi fortunata per una coincidenza temporale da non sottovalutare: “Abbiamo avuto molta fortuna con Donnarumma e Buffon nati a poco più di 20 anni di distanza l’uno dall’altro. Tifiamo la nazionale e non disturbiamo eccessivamente il miglior giocatore dell’Italia.” Sempre il telecronista ci tiene a rispondere alla domanda di un tifoso che in merito al suo trasferimento nel 2021 lo aveva definito “Uomo piccolo“: “Io ho avuto la fortuna di conoscerlo e secondo me non si è comportato così male. Andare al PSG è stato anche secondo me uno sbaglio, ma il problema erano le persone che lo consigliavano.”

Lo studio di Fontana di Trevi, composto anche da Nando Siani e Giuseppe pastore, è invece diviso sull’attribuzione di colpe a Donnarumma per il goal subito dal Venezuela. Per Pastore il portiere avrebbe potuto passarla a qualcun altro o rilanciare; mentre per gli altri due l’errore è stato commesso interamente da Bonaventura che non ha saputo disimpegnarsi in maniera corretta.

Ultime news

Notizie correlate