Djokovic nel Milan? L’idea di Cardinale, il ruolo e il momentaneo “No”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Cardinale ha chiesto a Djokovic di ricoprire un ruolo nel Milan: il progetto del numero 1 di Red Bird e la risposta del serbo

Non solo gli acquisti in campo, il Milan voleva l’aiuto della leggenda del tennis Novak Djokovic. Gerry Cardinale lavora a stretto contatto con diversi campioni dello sport e avrebbe chiesto a Nole di collaborare con la società di via Aldo Rossi. Il calciomercato si è concluso qualche giorno fa, ma il Milan stava per chiudere un’operazione molto particolare che riguarda Novak Djokovic. Il tennista è un super tifoso del Milan, ma sarebbe potuto diventare molto di più. La richiesta di Cardinale, il ruolo assegnato al serbo e il motivo del rifiuto.

MILAN, CALCIOMERCATO NO STOP: “NEL MIRINO L’ATTACCANTE DEL FEYENOORD”

Djokovic mental coach

Non sembra vero, eppure Novak Djokovic è stato vicino al Milan, ovviamente non in campo (anche se forse potrebbe fare la sua bella figura anche lì). Secondo quanto riportato da La Repubblica, tre mesi fa circa Gerry Cardinale avrebbe contattato il numero 1 del tennis per una collaborazione. L’azionista di maggioranza del club conosce personalmente Djokovic e gli avrebbe offerto un ruolo da mental coach per la squadra. Tutti gli appassionati di tennis sapranno che una delle qualità maggiori del serbo è proprio la forza mentale, grazie alla quale è stato in grado di vincere 24 slam. Djokovic avrebbe potuto aiutare qualche giocatore nel momento di massima difficoltà nella stagione e lavorare a stretto contatto con Zlatan Ibrahimovic ( i due si conoscono benissimo). Il fenomeno del tennis però è ancora concentrato sulla sua carriera e non pensa minimante al ritiro, motivo per il quale non si è concluso nulla, al meno per il momento.

Il tifo per il Milan

Djokovic ha manifestato più di una volta il suo tifo per il Milan. L’ultima risale alle ATP FINALS di Torino, torneo vinto dallo stesso Djokovic disputato a novembre nel capoluogo piemontese. In quell’occasione è venuto a trovarlo la stella del Milan Rafael Leao, i due si sono resi protagonisti di un simpatico siparietto.

Djokovic: “Hey Milanista! Grazie che sei venuto. Allora, la velocità? Quasi come la tua, eh?”.

Leao: “Ho visto un paio di palle, sei forte eh. Com’è? Sei stanco?”.

Djokovic: “Tutto bene. Quando vinci non sei stanco. Lo sai com’è… Grazie per essere qua”.

Leao: “Quando mi hanno detto che potevo, sono tornato oggi dal Portogallo e sono arrivato subito”.

Djokovic: “Grazie, grazie! Forza Milan sempre!”.

Leao: “Ci vediamo presto a San Siro”

Djokovic: “Saluta tutta la squadra eh”.

SABATINI TUONA: “MILAN, HAI UN PROBLEMA MAIGNAN! SPICCA UN DATO”

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate