il 09/11/2023 alle 21:33

Diaz: “Milan, che vittoria! Con Ancelotti ne parliamo tanto…”

0 cuori rossoneri

Brahim Diaz in gol con il Real Madrid non scorda mai il “suo” Milan: per lui, in Champions, doppia vittoria

“Chi la maglia ha onorato, mai verrà scordato”. Brahim Diaz non ha passato un’intera carriera al Milan, solo qualche anno, ma è stato più che sufficiente per dimostrare l’attaccamento giusto alla maglia rossonera. Fa sempre piacere, quindi, vedere Diaz fare bene al Real Madrid, la sua prima casa, a cui ha fatto ritorno in estate. La rete dell’1-0 dei Blancos contro il Braga è stata siglata proprio dall’ex numero dieci rossonero, spianando la strada per la qualificazione agli ottavi. Dopo la partita, il nuovo fantasista del Real ha rilasciato un’intervista a tinte rossonere ai microfoni di Sky Sport.

brahim diaz

BERGOMI: “IL MILAN HA SOTTOVALUTATO L’ADDIO DI BRAHIM DIAZ”

Brahim Diaz, cuore rossonero

L’inizio di stagione al Real Madrid non è stato dei più semplici, per Brahim Diaz. C’era da aspettarselo: il periodo di apprendistato a San Siro è stato a tratti esaltante, ma non sufficiente per togliere il posto a Vinicius, Rodrygo o Bellingham. Nonostante i pochi minuti a disposizione, Diaz si fa trovare pronto per qualsiasi chiamata di un altro cuore rossonero, Carlo Ancelotti. Con questa rete in Champions League, lo spagnolo sale a quota due in stagione. Parlando del Real, Brahim dice: “Io sono contento qui, voglio dimostrare che so fare aiutando la squadra. E’ stata una notte fantastico e anche ieri lo è stato per l’altra mia squadra: il Milan“. I colori rossoneri sono rimasti impressi sulla pelle di Brahim Diaz, che sicuramente ha passato la serata di martedì incollato alla televisione per vedere gli ex compagni sconfiggere il PSG. “Mi mancano tanto, qui mi hanno aiutato tutti e sono contento, ma guardo sempre lì e sono un tifoso in più”. Citando un’altra celebre frase nota ai milanisti, “Certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano”, potremmo dire forse che la storia di Brahim Diaz si avvia proprio verso quella direzione.

MILAN-UDINESE, DI MARZIO: “MANCA UNO COME BRAHIM DIAZ”

Parola di Carletto

Arda Guler ha recuperato: buona notizia per i tifosi del Real Madrid, meno per Brahim Diaz, che rischia di vedere il proprio spazio ulteriormente ridotto. Poter contare su un altro numero dieci in panchina, però, è fondamentale per Ancelotti: “Ancelotti mi ha sempre detto di tenermi pronto perché ha fiducia in me. Piano piano, io so cosa posso fare. Lui è speciale per il Milan, parliamo tanto quando vince. Si parla tanto di Milan”. Tanto Milan in quel di Madrid, inutile negarlo: ogni cuore rossonero non può che gioire alle vittorie dei blancos. Certamente, i rivali del Napoli capiranno le ragioni. Chiudiamo con una piccola nota di colore, suggerita da Giuseppe Pastore sul suo profilo Twitter: quello di mercoledì sera è stato il terzo gol di Brahim in Champions League, quello più lontano dalla porta. Ebbene sì, pur avendo segnato dall’area piccola, l’ex numero dieci non è mai riuscito ad andare più lontano: il primo gol, contro il Liverpool, e il secondo contro il Tottenham erano arrivati direttamente dalla linea di porta. Aspettiamo un tuo gol da fuori area, Brahim. Tu, intanto, continua a tifare per noi.

ANCELOTTI: “DIAZ, CHE CRESCITA AL MILAN! NOTO DUE OTTIME QUALITA’”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

brahim diaz

NOTIZIE MILAN