Di Stefano: “C’è Giroud! Mediana ok. Kjaer resta una speranza”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Le ultime da Milanello da Di Stefano: le parole della vigilia di Pioli, gli infortuni e la probabile formazione. Chi contro l’Udinese? Resta un solo nodo da sciogliere

Intervenuto a Sky Sport 24 come di consueto prima e dopo la conferenza stampa pre gara, Peppe Di Stefano ha dato gli aggiornamenti dal centro di allenamento del Milan prima della sfida contro l’Udinese. Domani sera, infatti, i rossoneri di Stefano Pioli sono chiamati a reagire alle aspre critiche ricevute in quest’ultima settimana: a San Siro la ghiotta occasione di ripartire nonostante un’emergenza infortuni che si è ripresentata. Non solo le parole del tecnico e il riepilogo dei rientri, l’inviato ha toccato anche il tema caldo delle scelte per il match. Di seguito, ciò che ha raccontato nel pomeriggio Di Stefano.

MILAN-UDINESE, PIOLI IN CONFERENZA: “HO UNA CERTEZZA: MAI COME ORA!”

Gruppo e infortuni

Presente in sala stampa per ascoltare le riflessioni di Pioli, nel suo intervento il giornalista parte da un preciso momento:

“Mi ha colpito il passaggio sul gruppo (‘Su una cosa sono assolutamente certo e sicuro: non ho mai avuto, neanche nell’anno dello Scudetto, un gruppo così compatto, coeso, voglioso e disponibile e anche in tempi così brevi’). Credevo che il gruppo dello Scudetto fosse quello più solido, perché era uno dei segreti di quel Milan. E credo l’abbia detto in maniera spontanea e naturale. Ha detto che deve diventare un’arma”.

Inevitabile in questo periodo, però, un ricapitolo degli stop subiti nelle ultime settimane:

“Pioli ha parlato anche degli infortuni: ha detto che è un momento delicato, che in difesa domani saranno in pochi e che non recupera neanche Simon Kjaer. A proposito, ti faccio un riepilogo su ciò che ha detto in merito ai giocatori infortunati e non. Recupera Loftus-Cheek: domani ci sarà e partirà dalla panchina. Non recupera Pulisic, solo a scopo precauzionale non verrà convocato. Ci sarà martedì in Champions League, così come Chukwueze, che contro i parigini è quindi recuperato”.

MILAN, TEGOLA KALULU: I TEMPI DI RECUPERO DOPO L’INTERVENTO

Dieci su undici: resta un solo dubbio

Infine, Di Stefano conclude con la probabile formazione rossonera per la gara contro l’Udinese. Il ballottaggio rimasto aperto è per il ruolo di Pulisic:

“Qualche dubbio su Kjaer, che il Milan spera di averlo contro il Paris Saint-Germain. Per il resto, Kalulu out e Pellegrino out. L’unico dubbio adesso riguarda, nel 4-3-3 che proporrà domani, chi tra Romero e Okafor come terzo d’attacco, sulla destra. Per il resto formazione abbastanza fatta, con Musah, Krunic e Reijnders in mezzo al campo, difesa confermata in blocco con Calabria e Theo Hernandez sugli esterni, Tomori e Thiaw come coppia centrale davanti a Maignan. In attacco, appunto, con Leao e Giroud uno tra Okafor e Romero, che però non ha fatto bene contro il Napoli. L’ha detto Pioli oggi, in maniera molto onesta. L’alternativa è lo svizzero adattato, ma sono soluzioni che avrà verificato nell’allenamento di oggi”.

UDINESE, CIOFFI: “IL MILAN STRABORDA! E LE SOLUZIONI LE TROVA”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate