Di Stefano: “Milan, è la partita del mercato! Tre moduli per il Cagliari”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Il Milan è di scena a Cagliari, ora tocca al mercato: le ultime secondo Peppe Di Stefano, Petagna vuole riscattarsi

Non sono ammessi passi falsi quest’oggi per il Milan a Cagliari, la squadra di Pioli deve dare continuità al suo percorso: Peppe Di Stefano ci racconta le ultime sulla formazione e il clima che si respira in Sardegna. Non vedremo di certo il solito Milan, il tecnico rossonero ha in mente molti cambi e i nuovi innesti dovranno dimostrare il loro valore. Il Cagliari di Ranieri vuole uscire dalla crisi, in attacco c’è una vecchia conoscenza del Diavolo, gioca Andrea Petagna.

JACOBELLI: “OCCHIO MILAN! A CAGLIARI DEVI FARE I CONTI…”

Le ultime verso Cagliari-Milan di Peppe Di Stefano

L’inviato di Sky Sport, Peppe Di Stefano, in diretta da una soleggiata Cagliari:

“Siamo a Cagliari, alla stella del Diavolo. Dove stasera il Diavolo giocherà per stare dietro all’Inter in classifica, il Cagliari vuole uscire dalle difficoltà, la crisi è dimostrata dai pochissimi tiri in porta, dalla sterilità offensiva. Il Milan cambia, oggi è la partita del mercato. Lì davanti non c’è né Giroud né Leao, Jovic è rimasto a Milanello perchè la sua condizione non è ottimale. Non c’è neanche Maignan, sta bene ma deve migliorare la condizione e il Milan non vuole correre rischi. In mezzo al campo la prima dal primo minuto per Adli. Per quanto riguarda il Cagliari ci sono dei dubbi sul sistema di gioco, se sarà 4-3-3, 4-4-2, o 3-5-2. La certezza è l’ex del Milan, Andrea Petagna”.

Le probabili di Cagliari-Milan

Per quanto riguarda la probabile formazione, Pioli sembra avere le idee abbastanza chiare in vista della trasferta di domani. In primis si torna al 4-3-3, abbandonando quel 3-4-3 che per stessa ammissione di Stefano Pioli era un modulo di emergenza. In porta, ovviamente, giocherà nuovamente Sportiello. A destra dovrebbe partire nuovamente dal primo minuto Florenzi, che ha ben figurato nei 45 minuti con il Newcastle e contro il Verona. Al centro della difesa Tomori dovrebbe essere sicuro del posto. Al suo fianco ballottaggio serrato tra Thiaw e Kjaer, con il tedesco in vantaggio al momento. A sinistra torna Theo Hernandez, che sarà il capitano. In regia prima chance in stagione per Yacine Adli, che esordirà per la prima volta quest’anno, per la prima volta da titolare in stagione e per la prima volta nel ruolo di play, sostituendo l’infortunato Krunic. Accanto a lui dovrebbero tornare le due mezze ali titolari: Loftus-Cheek a destra e Reijnders a sinistra. Davanti Pioli sembra intenzionato a far rifiatare sia Giroud che Rafael Leao, almeno dal primo minuto. Di conseguenza, potrebbe andarsi a comporre un tridente totalmente inedito, tutto arrivato dal mercato. Chukwueze sulla destra, Pulisic spostato sulla fascia opposta, a sinistra e Noah Okafor per la prima volta titolare in stagione, nel ruolo di riferimento centrale in attacco.

MILAN (4-3-3, all. Pioli)

Sportiello
Florenzi, Thiaw, Tomori, Theo Hernandez
Loftus-Cheek, Adli, Reijnders
Chukwueze, Okafor, Pulisic

RANIERI CARICA IL CAGLIARI: “CE LA GIOCHIAMO!”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

di stefano Milan

Ultime news

Notizie correlate