Di Stefano: “Milan, tre motivi per i quali arriverà un nuovo 9”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

In diretta da Milanello, Peppe Di Stefano ha parlato riguardo il ruolo di vice Giroud nel Milan, sottolineando 3 motivi per cui arriverà un nuovo numero 9

Intervenuto in diretta da Milanello per Sky Sport 24, Peppe Di Stefano ha parlato del mercato del Milan in attacco sottolineando 3 motivi per cui arriverà un nuovo numero 9. In vista delle ultime due settimane di calciomercato dunque, queste le parole di Di Stefano sul prossimo centravanti del Milan:

L’idea di Pioli sul modulo

“Ci sono due anime in questo Milan. Quelle delle ultime stagioni, molto offensiva e dove devi avere degli automatismi perfetti per sostenere tre trequartisti e una punta, oppure avere una formula come il 4-3-3 un po’ più equilibrata. Da quello che mi risulta Pioli sta lavorando su quest’ultima opzione, dal 10 luglio ha provato anche il 4-2-3-1 ma con i nuovi ha lavorato sul centrocampo a 3 e credo che sia quello il punto di partenza. Poi in realtà è un 4-3-3 anche falso, perchè spesso e volentieri nelle amichevoli di questa estate, ben 7 giocate dal Milan, abbiamo visto un 4-3-3 che diventava facilmente un 4-2-3-1 con Loftus-Cheek alle spalle della punta. Un po’ quel centrocampista forte fisicamente come lo era Kessié, che fu determinante. Pioli vuole ricalcare quel Milan lì: due in mezzo al campo, in questo caso Krunic e Reijnders, che sta facendo molto bene ed è l’acquisto che secondo me si è inserito meglio in questo segmento di stagione, e Pulisic leggermente più indietro rispetto a quelle che erano le sue aspettative. Attenzione a Chukwueze, perchè sta ben impressionando in questi primi 10/15 giorni di Milanello. Ha il dribbling nel sangue, scorre, scatta, punta l’avversario e questo sappiamo in Italia quanto possa fare la differenza.

Tre motivi per una nuova punta al Milan

Credo che il prima Milan lunedì prossimo col Bologna sarà quello visto nelle ultime uscite in pre-season, a meno di clamorosi cambiamenti dei prossimi giorni. Milan che si sta allenando adesso, attenzione al focus attaccante. Ribadiamo che Olivier Giroud ha 37 anni, va centellinato e gestito nel corso della stagione, mentre per Lorenzo Colombo la soluzione migliore per sè stesso e per il Milan è che vada via a giocare per capire davvero qual è la sua forza e magari tornare in futuro più forte. Ricordo Marco Borriello: 3/4 esperienze lontano da Milano prima di capire davvero se fosse un giocatore da Milan, cosa che poi ha dimostrato di essere. La terza questione riguarda Okafor, che è più un esterno che una prima punta. L’anno scorso ha realizzato solamente 7 gol nel campionato austriaco. Ecco perchè il Milan sta cercando una soluzione anche lì davanti, un nuovo numero 9, e vedremo se il mercato alla fine regalerà qualcosa a Stefano Pioli”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Di Stefano attaccante Milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate