Di Stefano: “Pioli ancora al centro del progetto ma il popolo è scosso: Maldini è il Milan!”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

In diretta per Sky Sport 24 da Casa Milan, Peppe Di Stefano ha fatto il punto riguardo il licenziamento di Maldini e Massara e dei futuri sviluppi che vedranno protagonista la direzione sportiva e tecnica del Milan da qui in avanti. C’è spazio anche per il racconto delle sensazioni di giocatori e tifosi:

ULTIME NOTIZIE MILAN – MILAN-MALDINI, DIBATTITO A SPORTITALIA: “C’E’ MODO E MODO! MA QUALE MODO?” –

“Il comunicato potrebbe arrivare oggi così come domani. Sarà un comunicato ovviamente di addio a Maldini e Massara. Non abbiamo visto nessuno dei due, potrebbe arrivare probabilmente Massara perchè intanto la gestione ordinaria va portata avanti almeno fino alle ufficialità. Sono momenti di imbarazzo enorme qui a Casa Milan, un mondo legato inevitabilmente e soprattutto a Paolo Maldini, che è la storia di questo club. Ieri è stata una giornata incredibile, un po’ tutti ci aspettavamo di parlare del post Ibrahimovic e invece ci siamo ritrovati a parlare di un incontro diventato poi una comunicazione. Ribadiamo che non c’è stata tensione tra le parti, c’è stata solamente una comunicazione che Gerry Cardinale ha fatto a Paolo Maldini in un albergo nel pieno centro di Milano.

Il Milan non condivide più di fatto le metodologie di lavoro o quanto meno ha delle idee diverse rispetto a Paolo Maldini. Si riparte da Stefano Pioli, allenatore sempre più al centro del progetto Milan, da Giorgio Furlani, Amministratore Delegato da novembre ma che adesso avrà più responsabilità vista la mancanza di due figure simbolo anche a Milanello, e Geoffrey Moncada, che non sarà il Direttore Sportivo del Milan ma probabilmente l’uomo scouting in linea con quella che è la nuova politica che vuole adottare il mondo RedBird. Per quanto riguarda i sentimenti del popolo rossonero e banalmente dei dipendenti di casa Milan, c’è un popolo che è scosso, turbato: Paolo Maldini non è stato soltanto un dirigente, non è stato soltanto un capitano ma è un punto di riferimento del Milan.

La squadra in questo momento è divisa tra le vacanze di alcuni e le nazionali di altri. Turbati lo sono tutti, se Maldini e Massara con Furlani venerdì firmano un contratto con Leao, se sabato parlano con Ibrahimovic del suo futuro, se domenica sera sono loro in prima persona a consegnargli una maglia ricordo, o tutto è scoppiato nella notte tra domenica e lunedì oppure è stata molto fredda la proprietà a far scorrere le ore e vivere quelle immagini avendo già pensato all’esonero in un secondo momento. Adesso è passato un tifoso del Milan che ha urlato ‘Maldini è il Milan!’: questo è un po’ il sentiment di queste parti.

Non è un discorso di risultati, di metodo…per il tifoso, Paolo Maldini è il Milan. Non è questione di preoccupazione perchè RedBird adesso ed Elliott prima hanno dimostrato che finanziariamente hanno le spalle larghe, che hanno delle idee. Avranno anche una metodologia giusta, ma al momento c’è il cuore ferito dei tifosi del Milan, legati in maniera romantica a quella che è stata e che è, ancora adesso da dirigente, la figura simbolica di Paolo Maldini, non solo del mondo Milan ma di quello del calcio”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Di Stefano Cardinale

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate