Milan, tra Pioli e De Zerbi “faccende di soldi”: ecco perché il club ha detto NO

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

La redazione di Sportmediaset ha parlato del perché il Milan ha scelto di non andare su Roberto De Zerbi per la panchina del futuro

Mentre il Milan continua la ricerca del suo prossimo allenatore, con Paulo Fonseca al momento candidato principale per la panchina del futuro, arrivano delle novità che riguardano Roberto De Zerbi e Stefano Pioli. Uno dei nomi nella lista rossonera e l’attuale allenatore del club sarebbero infatti accomunati da unafaccenda di soldi“. A riportare la notizia e a fare il punto tra l’addio di Pioli e il possibile futuro con De Zerbi in casa Milan è stata la redazione di Sportmediaset.

“Faccende di soldi”

Per la testata, dietro al mancato inizio della trattativa tra il Milan e Roberto De Zerbi per la panchina del futuro ci sarebbe “anche una faccenda di soldi“. Il club di via Aldo Rossi “non ha intenzione di affrontare il pagamento della clausola” che De Zerbi ha mantenuto con il Brighton, nonostante (come raccontato anche da Alfredo Pedullà) essa sia comunque scesa da 15 a 5 milioni di euro.

Ma il Milan deve affrontare una questione economica anche per quanto riguarda Stefano Pioli. Sportmediaset racconta che “sarà necessario trovare un accordo sulla buonuscita che permetta al Milan di risparmiare qualcosa rispetto a quanto dovuto per l’ultimo anno di contratto e a Pioli di accasarsi altrove“. Il Corriere della Sera, qualche giorno fa, ha raccontato che sulla risoluzione del contratto ballano 10 milioni di euro.

Ultime news

Notizie correlate