Riscatto De Ketelaere, Di Marzio: “Milan, cambia la data di scadenza”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Manca sempre meno alla deadline per il riscatto di De Ketelaere, ma l’Atalanta avrà qualche giorno in più per decidere il destino del calciatore del Milan

Arrivano novità in merito alla questione relativa al riscatto di Charles De Ketelaere da parte dell’Atalanta. Come ormai noto, i bergmaschi vorrebbero confermare il calciatore belga dopo la buona stagione, ma hanno fatto pervenire al Milan la volontà di ricevere uno sconto rispetto alla cifra pattuita lo scorso anno per riscattare De Ketelaere. Per ora, però, non sono stati fatti passi ufficiali e non vi sono stati contatti diretti tra le due società. Sembra però che l’Atalanta avrà qualche giorno in più per decidere rispetto alla data precedentemente ipotizzata.

“Accordi presi la scorsa estate”

Come riportato dal giornalista ed esperto di calciomercato Gianluca Di Marzio, la deadline per il riscatto di De Ketelaere non sarà il 14 giugno, bensì il 20. Il 14 è il giorno ultimo prefissato dalla Lega Calcio per esercitare i vari diritti di riscatto, ma per accordi presi tra le due società già la scorsa estate, l’Atalanta avrà questa opzione fino al 20 giugno. Se entro quella data non sarà stata esercitata l’opzione di riscatto del cartellino di De Ketelaere, il belga tornerà a tutti gli effetti un giocatore del Milan. I rossoneri, a quel punto, potranno decidere se tenerlo, tentare di venderlo ad altri club o addirittura rimettersi al tavolo con l’Atalanta per trovare un accordo diverso da quello stipulato un anno fa.

Ultime news

Notizie correlate