Agresti: “Pioli, ecco perché con De Ketelaere non hai sbagliato”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

È la prima giornata di Serie A e il Milan è in campo ancora prima di iniziare: il gol di Charles De Ketelaere al debutto con l’Atalanta ha riacceso il dibattito tra tifosi e addetti ai lavori

In un editoriale sulle colonne della Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina, il giornalista Stefano Agresti ha commentato la giornata di Serie A di ieri, con i riscatti di Andrea Belotti e soprattutto di Charles De Ketelaere: il giocatore in prestito dal Milan ha segnato all’esordio con l’Atalanta sul campo del Sassuolo.

Nell’analisi, il giornalista ha spiegato il perché secondo lui il Milan di Stefano Pioli non ha sbagliato a cedere in prestito Charles De Ketelaere, subito decisivo con la Dea dopo la prima, brutta stagione in rossonero.

“Qualsiasi grande società si sarebbe comportata allo stesso modo”

“È stata la domenica delle grandi rivincite. Se la sono presa Chiesa e Vlahovic, ma c’è qualcuno che è andato perfino oltre: De Ketelaere e Belotti. Nel campionato scorso non hanno segnato la miseria di un gol: roba da non credere per un trequartista del Milan e un centravanti della Roma. In una sola giornata, questa, di reti ne hanno realizzate addirittura tre: una Charles De Ketelaere e due il Gallo. Facile pensare adesso alla lungimiranza dell’Atalanta, che ha puntato sul belga convinta che lo splendido trequartista ammirato nel Bruges non potesse essere scomparso. A Bergamo le pressioni sono minori, non c’è San Siro che mugugna e può spaventare un ragazzino, e la società e l’allenatore sono pazienti. Poi è chiaro che questo lampo, decisivo per piegare il Sassuolo, necessiti di conferme. Di sicuro oggi i tifosi del Milan sono tormentati da un dubbio: non è che abbiamo sbagliato a bocciarlo subito? Ma probabilmente qualsiasi grande società si sarebbe comportata allo stesso modo con un giocatore così in difficoltà. Quanto a Belotti, i suoi due gol – e un terzo, il più bello, è stato cancellato da un fuorigioco millimetrico – sono curiosamente figli dell’incapacità della Roma di trovare un altro centravanti. Non poteva giocare che lui, per assenza di concorrenti. E adesso i giallorossi come si muoveranno sul mercato?”.

“Aspettando il Milan, che stasera gioca a Bologna, hanno vinto quattro delle sei grandi finora scese in campo: oltre a Juve e Atalanta, anche Napoli e Inter. Hanno fallito solo le romane: la Roma di Belotti è stata fermata in casa dalla Salernitana, la Lazio è stata incredibilmente rimontata a Lecce in una manciata di minuti. Un primo allarme per Mourinho e soprattutto per Sarri: il secondo tempo dei biancocelesti è stato pessimo. Oltre che per il Milan rivoluzionato, oggi c’è grande curiosità anche per il debutto del nuovo Torino, arricchito di talento e muscoli, e per il ritorno in Serie A di un simbolo come Ranieri. Lui, un allievo del grande Mazzone”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

de ketelaere atalanta milan pioli

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate