Padovan: “De Ketelaere, occhio! Gasperini e l’Atalanta coccolano ma…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Riusciranno l’Atalanta e Gian Piero Gasperini a far rifiorire il talento che sembrava perso al Milan di Charles De Ketelaere? Parola al giornalista Giancarlo Padovan

In un editoriale sul portale calciomercato.com, il giornalista Giancarlo Padovan ha parlato di Charles De Ketelaere, pronto a trasferirsi dal Milan all’Atalanta. Dopo un anno buio nonostante i 35 milioni spesi da Maldini e Massara per portarlo a Milanello, il belga non ha convinto e il suo addio sembra ora veramente vicinissimo. Riusciranno l’Atalanta e Gian Piero Gasperini a far rifiorire il talento che sembra perso di Charles De Ketelaere?

Ciao Milan

“Ultima chiamata, Bergamo. Il prestito del Milan all’Atalanta di Charles De Ketelaere è l’ultima occasione per rimanere nel calcio italiano e per rilanciarsi a livello europeo. Può darsi che Gian Piero Gasperini ne tiri fuori le qualità finora nascoste, ma se ciò non accadesse, difficilmente il Milan si metterebbe alla ricerca di una squadra che lo valorizzasse. Anzi si rassegnerebbe a liberarsene accettando una minusvalenza con qualche società militante nei campionati minori. In realtà l’operazione sganciamento dai rossoneri è già cominciata e la dirigenza milanista spera che De Ketelaere, a Bergamo, faccia una stagione talmente buona da indurre l’Atalanta a riscattarlo (i nerazzurri hanno il diritto di riscatto, non l’obbligo), così da consentire al Milan di ammortizzare e recuperare una parte dei 35 milioni spesi un anno fa. Pioli e la nuova dirigenza milanista, oltre a non credere più nel ragazzo (ha 22 anni), sanno che nel nuovo sistema di gioco non serve. Perché, se nel 4-2-3-1 di prima, un trequartista c’era, adesso, nel 4-3-3, non c’è più. L’Atalanta, invece, non solo ce l’ha, ma in genere lo esalta perché tanti palloni passano dai suoi piedi”.

Charles De Ketelaere e Gian Piero Gasperini

“Intendiamoci bene. Gasperini è bravo a far sbocciare talenti, ma è un allenatore duro e intransigente. E pur essendo sicuro che darà più di un’opportunità a De Ketelaere, la nuova esperienza del belga si annuncia assolutamente “strong”, perché il tecnico di Grugliasco è uno che mette alle strette i suoi calciatori, dà tanto pretende altrettanto, e se non lo segui vai fuori. Può essere un limite, per me è un merito. Il calcio professionistico coccola e iperprotegge fino all’eccesso i suoi interpreti, tanto che l’ora della maturità scocca, per molti, troppo tardi. De Ketelaere, dunque, deve capire che qualcosa di nuovo e di diverso deve venire da dentro se stesso. A Bergamo ha un vantaggio: Gasperini non crede sia diventato un brocco”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

de ketelaere atalanta milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate